Cadoneghe ospita “Pinocchio nel paese dei diritti”

I diritti dei bambini riletti attraverso le vicende del burattino più famoso d’italia

Sabato 8 dicembre alle 16.00 al Centro per le famiglie Villa Ghedini sarà inaugurato il progetto interattivo “Pinocchio nel paese dei diritti”, mentre alle 18.00 nella Sala Italo Calvino aprirà la mostra dei libri dedicati a Pinocchio: 500 volumi del testo di Pinocchio tra versioni in dialetto, libri tradotti in lingue straniere, e libri illustrati. La mostra e il progetto chiuderanno il 6 gennaio 2019.

“Pinocchio nel paese dei diritti” è un esempio concreto di progettazione partecipata e continua il progetto lanciato lo scorso anno dall’amministrazione comunale dall’assessorato alle Politiche Sociali Augusta Parizzi e in collaborazione con l’Unicef di Padova.

Con questo progetto si vogliono affrontare e coniugare i temi dei diritti e del benessere dei più piccoli tramite la storia del burattino più famoso d’Italia. Il percorso è stato dedicato ai bambini dai 5 ai 13 anni, diventando sia momento di svago sia strumento di riflessione. Le vicende di Pinocchio vengono quindi rilette sotto una luce nuova e del tutto particolare: la storia è divisa in 23 scenografie in legno ispirate al libro di Carlo Collodi, e, durante la lettura della storia, i più piccoli devono aiutare il burattino Pinocchio a scoprire quali sono i suoi diritti per diventare finalmente un bambino come tutti gli altri. Ogni scenografia infatti, è stata ideata per presentare un articolo della Carta dei Diritti dell’Infanzia, approvata dall’Assemblea generale dell’Onu nel 1989.

“Il percorso iniziato lo scorso anno con Momo – spiega l’assessore alle Politiche Sociali – è stato utile per la promozione di percorsi pedagogici, per stimolare e sviluppare una rete sociale che oggi di fatto diventa un percorso di riflessione e di crescita verso lo sviluppo di politiche funzionali ai bisogni delle famiglie e verso un ‘idea di “città che FA MeravIGLIA”, dove la famiglia è il soggetto principale”.

All’inaugurazione sarà presente anche Benedetto Tudino, scrittore specializzato in filastrocche e letteratura per bambini, che tra le sue collaborazioni più importanti vanta il sodalizio con Gianni Rodari.

“E’ proprio assieme a Rodari che Tudino ha confezionato e pensato questo percorso emotivo dedicato a Pinocchio attraverso una storia di vita e di integrazione molto particolare accaduta a Roma ancora nel 1972”- dichiara l’amministrazione comunale.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento