Chioggia: la replica del sindaco sul problema rifiuti

“Ascoltiamo gli imprenditori ma non possiamo andare a pesare sulle tasche dei cittadini”- afferma il primo cittadino

“La nostra amministrazione sta facendo la sua parte ed è attenta alle richieste degli imprenditori – sostiene il sindaco Alessandro Ferro –, ma è necessaria una collaborazione reciproca, che non vada a pesare sulle tasche dei cittadini. Ricordo che i giudici a cui si sono rivolti alcuni stabilimenti balneari stanno dando ragione al Comune e a Veritas, stabilendo che, nella circostanza specifica, valga la clausola “solve et repete” (paga e poi richiedi)”.

Da parte loro gli imprenditori balneari non ci stanno a passare per quelli che non vogliono pagare o che chiedono un condono o una sanatoria quando, in realtà, reclamano un ricalcolo delle tariffe, commentava tra gli altri Luciano Serafini di Cisa Camping, a conclusione della commissione consiliare.

Non vogliono – sostengono – alcun trattamento di favore ma equo e commisurato alla reale produzione di rifiuti. Denunciano le carenze di un regolamento da riconsiderare che avrebbe portato a bollette trimestrali insostenibili, anche di 20, 30 mila euro.

Accusano invece Veritas e il Comune di avere assunto un atteggiamento di chiusura e si definiscono i veri danneggiati dall’intera vicenda.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento