Home Veneziano Chioggia Il principe rosso di Chioggia “conquista” la terra di Babbo Natale

Il principe rosso di Chioggia “conquista” la terra di Babbo Natale

Serata di gala presso l’ambasciata italiana a Helsinki con la cucina veneta e il radicchio di Chioggia protagonisti

Mentre Babbo Natale si stava preparando per consegnare le strenne ai bambini di tutto il mondo e in Lapponia si avviavano i preparativi per il grande viaggio della magica notte, da Chioggia arrivavano proprio in Finlandia i produttori di delizie, carichi di radicchio e altre bontà per “stupire” con le loro specialità enogastronomiche i palati più esigenti delle persone che contano.

Missione Helsinki per il radicchio di Chioggia, con l’obiettivo di “conquistare” i Mercati a Nord del circolo polare artico e, perché no, anche il consenso del famoso nonno con la barba bianca, amico di tutti i bambini del mondo.

Lo scorso 22 novembre il nostrano Principe rosso, insieme al Consorzio di Tutela del Radicchio di Chioggia Igp, è stato protagonista della serata di gala, organizzata nell’ambito della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Una serata all’insegna del Veneto, quella che si è svolta presso la Residenza dell’Ambasciata italiana a Helsinki, alla quale hanno preso parte un centinaio di invitati, tra autorità locali, giornalisti e blogger, operatori commerciali ed esponenti della società civile organizzata.

Una serata di prodotti made in Veneto che il Cfp di Chioggia e lo chef Adriano Bersani, docente dell’istituto alberghiero, hanno saputo valorizzare, declinando i tanti prodotti tipici in un delicato e accattivante buffet.

“La società finlandese – ha commentato il presidente del Consorzio Giuseppe Boscolo Palo – è estremamente interessata all’Italia, alla nostra cultura, ai nostri prodotti, soprattutto a quelli tipici regionali strettamente legati al territorio. E la qualità agroalimentare certificata Dop e Igp è il comparto che forse meglio di ogni altro rappresenta la peculiarità e la forza delle produzioni made in Italy, che è molto conosciuto ed apprezzato e fortissima è la sensibilità nei confronti dell’arte del “vivere bene” in tutti i suoi aspetti (in particolare alimentare e vini), con relativa alta propensione al consumo”. La sensazione è che la missione sia perfettamente riuscita.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette