“La mia idea di Turismo per Chioggia”, l’intervista a Isabella Penzo

Isabella Penzo, dall’inizio del suo mandato ricopre i referati di Sport, Cultura e istruzione e, in seguito al rimpasto di giunta, ha assunto anche l’incarico di turismo ed eventi. In seguito alla nuova organizzazione degli incarichi ai suoi impegni sul versante Sport e Cultura, si è andato ad aggiungere anche il nuovo referato a turismo e eventi.

Cosa pensa di questa scelta amministrativa?

“Innanzi tutto ho ringraziato il sindaco Ferro e tutto il resto della giunta per la fiducia dimostratami, perché un ulteriore incarico è sinonimo di apprezzamento per il mio operato. Affidare ad un unico assessore insieme i referati di sport, cultura e turismo, secondo me ha il significato di guardare e sviluppare a 360 gradi quella che può essere l’offerta di una città. Quindi vuol dire sviluppare qualsiasi iniziativa non più in un’ottica solo sportiva, o culturale o turistica, ma in un’ottica più ampia. Devo dire che certo sento il peso della responsabilità ma anche e soprattutto riconosco la fortuna di poter far questo, da due mesi a questa parte. Sono dei referati sicuramente impegnativi: non nascondiamoci, conosciamo le attuali problematiche del turismo, in particolare quelle legate all’Ogd”.

A proposito dell’Ogd: a fine dicembre scadrà il periodo di “prova” concesso dalla Regione e il Comune potrà decidere se proseguire con la gestione oppure no. Cosa avete in mente di fare, anche in virtù delle problematiche emerse nell’organizzazione?

“Riguardo all’Ogd posso dire che me è un po’ una sfida, perché mettere allo stesso tavolo categorie che da anni – purtroppo si sa – hanno degli attriti, talvolta dovuti a personalismi, non è affatto semplice. Però sono sempre molto positiva e ottimista. Spero che, anche con la mia nuova entrata le cose possano cambiare. Ci metterò tutta la mia disponibilità all’ascolto e al confronto, sperando che si possa fare un passo indietro tutti quanti, per permettere alla città di fare dieci passi in avanti. Riguardo il futuro dell’Ogd posso dire che per me defilarsi significa fallire. La nostra idea è quindi quella di rimanere e di migliorare. È uno strumento importante per la città: rinunciarvi significherebbe peccare nell’offerta turistica”.

Si è tenuta di recente la presentazione del calendario degli eventi per il Natale: si ritiene soddisfatta del primo progetto sul versante eventi e turismo? Qualche anticipazione per il nuovo anno?

“Alla conferenza stampa di ero emozionata e felice insieme. Il progetto è nato proprio pochi giorni dopo il mio nuovo mandato e vederlo finito è stato bello. Il calendario è ricco di eventi e quest’anno è più lungo. Hanno partecipato tutte le associazioni di categoria: coordinarsi non è stato semplice, ma con un po’ di pazienza si può fare. Da quando ho assunto il nuovo incarico ho pensato subito ad organizzare il Natale. Ora, sistemato questo, bisogna già iniziare a pensare alla prossima stagione turistica. La mia idea è di mettermi al lavoro a gennaio, per non ritrovarsi poi in ritardo. Pensavo a qualche evento in primavera per richiamare i turisti pendolari e aprire la stagione con anticipo. Da parte mia c’è la volontà di fare e di coordinare al meglio le varie attività per la nostra città”.

Daniela Savian

Lascia un commento