Piove di Sacco: confermati gli sgravi per chi rinuncia ai videopoker

La sperimentazi0ne del 2014 è diventata prassi: confermate le riduzioni per i gestori dei locali che si impegnano contro il gioco patologico

La prima sperimentazione era stata introdotta nel 2014 e da quel momento è diventata una buona prassi. L’amministrazione del sindaco Gianella ha deciso, anche per il 2019, di confermare lo sgravio fiscale per gli esercizi pubblici che hanno scelto di rinunciare ai videopoker.

La delibera di Giunta è stata approvata proprio in questi giorni. Si concretizza in una riduzione, nella misura del 15%, della Cosap, il canone per l’occupazione di suolo e aree pubbliche che grava direttamente sull’esercente e non sul proprietario del fabbricato, se le figure non coincidono.

L’iniziativa continua a mantenere le sue finalità iniziali: quella di porsi come misura di contrasto al fenomeno della ludopatia e di premiare, allo stesso tempo, i commercianti che, ad un facile e sicuro guadagno, preferiscono perseguire una condotta “etica”.

“Abbiamo voluto – ha commentato Davide Gianella – confermare ancora la riduzione anche perché la risposta dei gestori dei locali si è sempre dimostrata positiva. E’ un piccolo segnale nel contrasto di una piaga sociale, quella del gioco patologico, sul fronte del quale non bisogna mai abbassare la guardia”. Le domande ogni anno si assestano intorno alla quindicina. Per molti locali è stata un’occasione di riqualificazione in un momento non particolarmente roseo per l’economia in generale.

Per beneficiare dello sconto sono necessari alcuni requisiti: oltre a non tenere i giochi elettronici che prevedono vincite in denaro, il gestore del locale non deve avere legami con una sala giochi che sia a meno di 700 metri di distanza dal locale per cui chiede l’occupazione di suolo pubblico. Dalle agevolazioni sono escluse le concessioni per l’occupazione estemporanea, ovvero per non più di cinque giornate all’anno.

L’amministrazione ha poi ritenuto di rinnovare l’agevolazione per il 2019 anche in previsione dell’iscrizione della città all’elenco regionale dei distretti del commercio che potrà prevedere ulteriori interventi di fiscalità agevolata a favore dei soggetti aderenti al distretto.

Alessandro Cesarato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento