Porto Tolle: il nuovo servizio rifiuti

Il processo necessita l’approvazione di tutti i 50 Comuni della provincia

Approvata con i soli voti della maggioranza e l’astensione dei consiglieri della Bellan sindaco la gestione del servizio integrato dei rifiuti urbani ed assimilati, in seguito alla soppressione del Consorzio per lo smaltimento dei Rsu nel bacino di Rovigo.

“Questa scelta dei Comuni della provincia di Rovigo parte dai dettami di una normativa – ha spiegato l’amministratore delegato di Ecoambiente Ivano Gibin -. Quindi non dipende da Ecoambiente, ma questo ragionamento va di fatto a chiudere un processo che era iniziato nel 2012 con la fusione di Ecogest e Asm ambiente che dipendeva dal comune di Rovigo”.

Gibin poi ha parlato di processo di modernizzazione specificando come “oggi si approva un conferimento all’azienda e non un affidamento. Un’operazione che trova il suo significato nell’economicità di una gestione unica che porta a razionalizzare i costi”. Si tratta pertanto di un processo che necessita l’approvazione di tutti e 50 i Comuni della provincia per andare a buon fine.

Uno sviluppo interrotto dai comuni di Salara, Pontecchio e con il ripensamento del comune di Adria.

Gu.Fe.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento