Progetto di legge per il completamento dell’Idrovia Padova-Venezia

Il deputato Caon chiede lo stanziamento di 250 milioni di euro

La grande incompiuta del Nord Italia, l’Idrovia Padova-Venezia, potrebbe non essere più tale nel prossimo futuro se passerà la proposta di legge del deputato Roberto Caon di Forza Italia, che ha chiesto di stanziare 250 milioni di euro da ripartire in cinque anni, a partire dal 2019 sino al 2023, per il completamento del canale.

L’Idrovia diverrebbe così un canale scolmatore delle acque per il sistema Bacchiglione-Brenta, con la possibilità di trasformarsi anche in via d’acqua per il trasporto fluviale.

La proposta è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa in sala giunta nel Municipio di Saonara, cui hanno partecipato, oltre a Roberto Caon e al sindaco Walter Stefan, anche il consigliere regionale Maurizio Conte, l’ingegnere Massimo Coccato, estensore dello studio di fattibilità sul completamento dell’Idrovia, il professor Luigi D’Alpaos, docente emerito di Idrodinamica dell’Università di Padova, e il sindaco di Fossò Federica Boscaro, in rappresentanza dei Comuni della Riviera del Brenta.

“Quest’opera metterebbe in sicurezza i territori di Padova e Vicenza e l’entroterra veneziano, a fronte di una cifra che non si può considerare insostenibile” ha detto Roberto Caon. L’ingegner Coccato ha invece aggiunto che il nuovo apporto di acque dolci favorirebbe il ricambio dell’acqua nella laguna veneta apportando nuovi sedimenti, a tutto vantaggio dell’ecosistema; mentre il professor D’Alpaos ha aggiunto che il compito della politica è guardare lontano, superando gli orizzonti limitati delle proteste sterili; e Maurizio Conte ha ricordato come per un suo emendamento la Regione abbia stanziato altri 2 milioni di euro per il progetto definitivo del canale scolmatore.

Infine il sindaco Walter Stefan ha preannunciato che l’amministrazione saonarese ha in mente di arricchire l’Idrovia con un grande parco, di circa settantamila metri quadrati, per ampliare ancora di più la fruibilità di un ambiente eccezionale.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento