Adria: “Basta attacchi personali, sì a un dialogo politico vero”

A sei mesi dall’avvio dell’amministrazione Barbierato, il Pd adriese fa un personale bilancio delle scelte fin qui fatte dalla nuova giunta e sullo stato dei rapporti con la minoranza

Partiamo proprio da qua: “Il clima che si respira in città e tra le forze di maggioranza e opposizione non è molto diverso da quello della precedente amministrazione – riflette il segretario dem adriese Federico Cuberli -. I rapporti rimangono tesi e le contrapposizioni spesso si riducono a essere personali, più che politiche”. Quanto all’attività amministrativa, il Pd lamenta la mancanza di “un vero e proprio programma per rilanciare il centro e le frazioni, per dare ossigeno alle attività commerciali o anche solo evitare l’emorragia demografica che da anni coinvolge il Comune di Adria.

Invece rimangono da sciogliere i nodi di interesse centrale per la città, quelli sui quali, in parole povere si è “giocata” la campagna elettorale: il futuro dell’ospedale e del punto nascite rimane incerto, di Coimpo si parla poco o nulla, così come di Csa o di “Romea Commerciale”; allo stesso modo, rimane pressoché inutilizzato il teatro comunale e non c’è alcuna prospettiva sulla riapertura del cinema Politeama”.

In sostanza, riferisce Cuberli, “la rivoluzione civica, al momento, è stata meno dirompente di quanto non promettesse. La vera rivoluzione, invece, sarebbe riuscire ora a superare il clima di contrapposizione e recuperare un dialogo politico vero, fondato sul rispetto reciproco e la disponibilità all’ascolto, più che sulla ricerca di visibilità. Questa è la vera battaglia da vincere, per dimostrare a un’Italia imbruttita da un “cattivismo diffuso” che il vero cambiamento comincia dal rispetto. Vinta questa battaglia, sarà più semplice affrontare le altre”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento