Agna: la bolletta dei rifiuti è più leggera meno 7 per cento alle famiglie

La novità con l’approvazione del Piano Economico Finanziario grazie ad una riduzione dei costi sui servizi complementari, le rate saranno quattro

Finalmente l’anno nuovo porta una notizia positiva per le tasche dei cittadini che si vedono alleggerire un costo del servizio di igiene ambientale. Approvato in Consiglio comunale il nuovo Piano Economico Finanziario (PEF) dei rifiuti per l’anno 2019 che per l’appunto prevede, fra i primi Comuni, una riduzione in bolletta del 7%.

Uno sconto di cui beneficeranno le famiglie già alle prese con altri rincari. “Abbiamo ridotto i costi operando sui servizi complementari – spiega il sindaco Piva Gianluca – e in questo modo nel 2019 per le utenze domestiche ci sarà una riduzione in bolletta del 7 % rispetto alla tariffa del 2018. In questo periodo di crisi abbiamo cercato di diminuire, invece che aumentare. Inoltre – continua il Sindaco – abbiamo ridotto anche l’aliquota per chi possiede immobili vuoti e non abitati e ad Agna ce ne sono circa un centinaio. Nel 2019 le bollette infine saranno spalmate in 4 rate in modo da agevolare i nostri cittadini”.

Per quanto riguarda il bilancio – prosegue il Sindaco che ha anche la delega al bilancio – a fine anno abbiamo effettuato un’attenta revisione di tutti i capitoli riducendo le spese correnti ed applicando l’avanzo disponibile in opere ed infrastrutture utili alla collettività. Abbiamo mantenuto gli stanziamenti a favore delle associazioni di volontariato e delle scuole dando continuità al nostro impegno sociale ed educativo, abbiamo ottimizzato le risorse del sociale investendo in politiche attive del lavoro, ed infatti abbiamo finanziato un altro progetto di inserimento lavorativo tramite i nuovi voucher”.

Tra gli investimenti decisi ci sono dei nuovi punti luce in periferia del paese, la messa in sicurezza di alcuni attraversamenti pedonali tramite nuova illuminazione al led, interventi di asfaltatura, la messa in sicurezza e riqualificazione di alcuni parchi pubblici, l’acquisto di nuovo arredo per le scuole compresa una lavagna interattiva per la primaria.

Va ricordato inoltre che in primavera inizieranno i lavori di riqualificazione ed asfaltatura per l’intero quartiere Monsignor Carlo Liviero, via 4 Novembre, via Brigenti ed il piazzale antistante alle scuole elementari. Per il futuro il sindaco si augura che il percorso dell’Autonomia della Regione vada avanti, con interventi e riforme che sollevino i nostri Enti da incombenze e burocrazie costose e asfissianti, che non fanno altro che rallentare la nostra attività”.

Cristina Lazzarin

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento