Cadoneghe: Augusta Parizzi è il nuovo vice sindaco

La Parizzi parla dell’incarico ricevuto e degli impegni che porterà avanti

Il 2019 di Cadoneghe inizia all’insegna delle donne. Il nuovo vice sindaco, dopo le dimissioni di Mirco Gastaldon, è infatti Augusta Parizzi, già assessora alle Politiche sociali.

E’ lei stessa a spiegare come svolgerà la funzione di vice sindaco a fianco di Michele Schiavo fino alle prossime elezioni comunali. “Mi dispiace – spiega Parizzi – della decisione di Mirco Gastaldon, ma rispetto la sua scelta. Il fatto che oggi il sindaco abbia scelto una donna per questa carica così importante non può che farmi sentire onorata, ma anche consapevole di un impegno che dovrò portare avanti per il bene della cittadinanza tutta. Credo comunque che il fatto di essere donna e di ricoprire già l’incarico come assessore alle politiche sociali sia importante, in questo momento storico e amministrativo per Cadoneghe. Da parte mia continuerò a lavorare con lo stile che mi caratterizza, ossia poche parole ma molti fatti, guardando ai bisogni dei cittadini, soprattutto i più deboli. E continuando a portare avanti i molti progetti e servizi per il nostro territorio: in ambito sociale, per quel che mi compete, e in tutti gli altri ambiti insieme alla Giunta”.

Il vice sindaco Parizzi ricorda che nella storia politica di Cadoneghe le donne hanno ricoperto anche in passato ruoli significativi: sia in assessorati di rilievo e competenze diverse, sia, nei primi anni ‘90, con la sindaca Alessandra Baldan.

“Cadoneghe ha sempre avuto uno stile molto attento e propositivo nello stimolare la promozione dei diritti civili in ambito territoriale- spiega la Parizzi.- E questo nonostante il fatto che siamo un comune piccolo. Non è un caso che oggi Cadoneghe sia il primo comune in provincia di Padova per numero di rifugiati accolti all’interno del progetto SPRAR, (progetto di accoglienza diffusa attivo da tre anni per richiedenti asilo e rifugiati). E abbia attivato molti altri progetti messi in atto per rispondere alle problematiche di fragilità economica e sociale: tra gli altri, i progetti per reinserimenti lavorativi, gli interventi per l’emergenza abitativa, il progetto di supporto alle famiglie in difficoltà attraverso le reti solidali, il tavolo di sviluppo di comunità e il progetto Sollievo sviluppato con Ulss 6 per supportare e accompagnare le persone affette da Alzaimer e i loro parenti. Altro percorso innovativo è stato quello svolto con gli anziani nel laboratorio Tracce di Memorie sviluppato per raccogliere e tramandare il patrimonio di racconti e storie del territorio”.

“Da qui il desiderio e l’auspicio per il 2019 di uscire dalla logica delle polemiche, che fanno perdere di vista e allontanare dai bisogni reali dei cittadini – conclude il vice sindaco – Dobbiamo continuare a pensare insieme ai cittadini con progettazioni e attività che siano funzionali alla collettività e che sappiano ascoltare e rispondere ai bisogni di tutti. Questo il mio impegno per l’ultima parte di questo mandato amministrativo come vice sindaco”.

“Faccio i miei migliori auguri di buon lavoro al vice sindaco Parizzi – queste le parole del sindaco Michele Schiavo – che saprà portare avanti il lavoro iniziato ad inizio mandato da tutta la Giunta e dallo stesso Gastaldon, con le sue caratteristiche e con il suo stile. E anticipo solo che le buone nuove al femminile per Cadoneghe in questo inizio di 2019 non finiscono qui.”

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento