Home Padovano Padova Nord Cadoneghe: Marian, vittima del lavoro

Cadoneghe: Marian, vittima del lavoro

Incidente Acciaierie, l’operaio di Cadoneghe è la seconda vittima

Hanno sperato in tanti, fino all’ultimo, che riuscisse a farcela. A cominciare dalla moglie Valerica, che non lo ha lasciato un attimo, insieme ai due figli. E poi, i colleghi di lavoro: lo scorso 16 novembre, per il suo compleanno, hanno voluto stargli accanto in ospedale a Padova dov’era ricoverato da una maledetta domenica di sette mesi fa. È il 13 maggio quando Marian Bratu, 44 anni di Cadoneghe, operaio delle Acciarie Venete, viene investito da una colata di acciaio fuso.

L’improvvisa rottura di un perno provoca la caduta di una siviera con 90 tonnellate di acciaio fuso che investe quattro operai. Due sono gravissimi: Sergiu Todita, che morirà 24 giorni dopo, e Marian che ha lottato per sette lunghi mesi, la speranza appesa a un filo, fino a pochi giorni prima della fine dell’anno. Tante a Mejaniga, dove la famiglia Bratu viveva da una decina d’anni, le persone che si sono strette attorno alla moglie, al figlio e alla figlia. La famiglia è benvoluta dai vicini del residence in cui vive. Marian era arrivato alle Acciaierie venete circa otto anni fa, la moglie Valerica lavora al Policlinico di Abano Terme.

La figlia di Marian è tra i ventuno bambini insigniti, qualche mese fa, dal Comune della cittadinanza onoraria. La piccola non aveva potuto partecipare alla cerimonia perché accanto al papà in ospedale. Marian è solo l’ultimo di una lunga serie di morti sul lavoro: 69 nel 2018 in Veneto. “Non accetteremo che il 2019 sia un altro annus horribilis per i morti sul lavoro in Veneto – hanno ribadito i sindacati confederali -. La salute e la sicurezza sul lavoro rappresentano una questione di civiltà e una condizione essenziale per costruire un modello di sviluppo veramente moderno, innovativo e inclusivo per il Veneto come per l’intero Paese”.

N. M.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette