Home Padovano Bassa Padovana Cadoneghe: nessuna infestazione etutto in regola alla Falcone Borsellino dopo i controlli...

Cadoneghe: nessuna infestazione etutto in regola alla Falcone Borsellino dopo i controlli dei Nas

Nessun allarme infestazione alla scuola Facone Borsellino e tutto rispettoso di igiene e sicurezza alimentare secondo le verifiche dei Nas.

Nessun allarme infestazione alla scuola elementare Falcone e Borsellino di Cadoneghe, dove qualche giorno fa è stata trovata una larva nel piatto della minestra servita a scuola.

Dopo le verifiche di qualità, interne alla società EuroRistorazione che ha l’appalto sul servizio e soprattutto dopo le verifiche dei Nas, tutte le fasi della produzione , trasporto, conservazione e distribuzione sono risultate rispettose dei canoni e delle normative molto strette relative ad igiene e sicurezza alimentare. A confermalo il sindaco di Cadoneghe Michele Schiavo responsabile per legge della salute pubblica del suo territorio. La stessa società che distribuisce i pasti nel plesso scolastico, in una nota inviata in comune, dopo le valutazioni del caso, riporta il problema alla freschezza delle verdure utilizzate per la produzione del brodo.

“La larva infatti è un infestante tipico dei vegetali – queste le parole contenute nella nota – Le nostre procedure prevedono l’utilizzo di materie prime che siano integre e che non prevedano difetti di alcuna natura, oltre a rispondere alle specifiche richiesta dal CSA e Linee Guida. Le verdure biologiche utilizzate per la produzione del brodo, che riteniamo le responsabili della veicolazione del verme, vengono private della buccia e lavate con utilizzo di un prodotto sanificante a base di bicarbonato. Segue un ciclo di tre risciacqui. Una volta pronte vengono destinate alla cottura, dove, insieme agli altri ingredienti previsti, raggiungono la temperatura di ebollizione. Il nostro Ufficio Qualità ha subito provveduto a sensibilizzare ulteriormente il personale ad un maggiore attento controllo delle materie prime, con particolare riferimento all’utilizzo di vegetali integri”.

La stessa azienda il giorno del “ritrovamento” ha provveduto a bloccare la consegna del primo piatto e sostituirla con un budino ad ogni bambino. “Precisiamo – conclude la nota – che questa risulta essere l’unica segnalazione pervenuta sulla distribuzione di 1342 pastine in brodo di carne prodotte”.

“A questo punto e per fugare ogni dubbio – conclude il primo cittadino di Cadoneghe Michele Schiavo – seguiranno anche report di “qualità e gradimento” legati al servizio in generale gestito dall’ente Unione Medio Brenta. Inoltre prossimamente il comitato mensa e tutti i genitori verranno saranno chiamati ad un incontro di confronto sulla vicenda e sulla ristorazione della scuola” All’incontro, che sarà presto comunicato attraverso un avviso, parteciperanno la dirigente dell’istituto comprensivo la dott.ssa Squizzato dell’istituto comprensivo e la dirigente Dottoressa Leone , il sindaco di Cadoneghe Michele Schiavo e l’assessore all’istruzione Paola Venturato.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette