Campodarsego: “Mamme alla riscossa”, il progetto che offre nuovi stimoli e opportunità

Arriveranno dei fondi anche per il progetto “Famiglie in rete”

Mamme alla riscossa, progetto vincente. Si è concluso, con grande successo, gettando le basi per ulteriori attività e una prospettiva a lunga scadenza, il percorso formativo “Mamme alla riscossa”, dedicato alle mamme residenti nel territorio comunale di Campodarsego e in cerca di prima occupazione.

Il corso, finanziato dalla Regione nell’ambito del progetto “Alleanza per la famiglia” e realizzato in collaborazione con la cooperativa “We care onlus”, ha organizzato un ciclo di incontri per consentire alle giovani mamme di cercare nuovi stimoli e opportunità utili alla propria crescita personale e professionale.

Essere mamma, come è emerso in maniera chiara durante il corso, aumenta il potenziale di competenze, capacità creativa e organizzativa. Sono state inoltre finanziate, sempre con i fondi della Regione, una serie di iniziative tra cui un percorso di aiuto compiti estivo denominato “Star-per ricominciare al meglio” e, ancora, è stato organizzato un riuscito corso di propedeutica musicale rivolto ai più piccoli, vale a dire ai bambini e alle bambine che frequentano le numerose scuole dell’infanzia che operano sul territorio; infine, è stato promosso un utile incontro con lo psicologo Franco Gullo. Il “faccia a faccia” è stato organizzato in occasione della Festa dello sport.

La relazione del dottor Gullo ha avuto come tema della relazione, e della successiva discussione, “Meglio vincere o partecipare? Pillole per vivere lo sport nel modo migliore”e altre attività svolte con l’associazione di volontariato Apis di Campodarsego in favore dei soci affiliati. Grande soddisfazione è stata espressa dalla consigliera incaricata Miledi Miozzo, con delega alle Pari opportunità e alle Politiche per la famiglia: “Mamme alla riscossa è stato davvero un progetto vincente – ha dichiarato -. Si è trattato di un progetto interessante in cui allenare competenze, fare squadra, offrire motivazioni e favorire lo scambio di esperienze utili a stimolare la propria capacità di iniziativa professionale e imprenditoriale. Può risultare, infatti, utile per affrontare, da diverse prospettive, una possibile ricollocazione professionale per le giovani mamme.

A breve arriveranno dei fondi per il progetto “Famiglie in rete” che mira a creare, nei vari territori, reti di persone, di famiglie volontarie e volonterose che si prendano cura le une delle altre, si aiutino a vicenda, accolgano altre persone o famiglie che vivono momenti di difficoltà, supportando il nucleo famigliare e, allo stesso tempo, anche il singolo componente”.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento