Campodarsego: solidarietà per gli amici bellunesi

Sono continuate anche sotto le feste le manifestazioni e i segni concreti di aiuto e sostegno delle popolazioni colpite dal maltempo alla fine dello scorso ottobre

La solidarietà non è andata in vacanza. Sono continuate anche sotto le feste le manifestazioni e i segni concreti di aiuto e sostegno nei confronti delle popolazioni delle valli del bellunese e dell’agordino colpite dal maltempo alla fine dello scorso ottobre.

A Campodarsego, nelle tensostrutture della Sagra del Capiteo in località Bosco del Vescovo, è stata organizzata una cena di beneficenza per gli “amici bellunesi alluvionati”. A promuoverla l’associazione Realtà Veneta, con in testa l’instancabile Clodovaldo Ruffato già promotore del “convoglio” solidale di trattori che hanno trasportato balle di fieno dal camposampierese a Taibon Agordino, la Federazione dei Comuni del Camposampierese, il distretto di Protezione Civile, il locale Consorzio delle Pro Loco. La cena si è potuta realizzare grazie anche ai prodotti donati dalle varie aziende, dai maiali alle tovaglie, dalla pasta al vino al dolce.

Dopo il primo piatto a base di penne all’amatriciana, gli oltre 600 partecipanti hanno potuto apprezzare il secondo a base di cotechino, salame ai ferri, salsicce, radicchio, polenta e ancora patate ‘mericane, dolce e vino. A fare gli onori di casa, oltre al sindaco di Campodarsego Mirko Patron e alla sua giunta, il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, che ha consegnato direttamente nelle mani del collega bellunese Roberto Padrin l’assegno di 12.270 euro, ricavato della serata.

La nostra gente ha dimostrato di non tirarsi indietro ma, anzi, di essere in prima linea quando c’è da dare una mano ed essere solidali”, ha detto Ruffato. Soddisfatto anche Patron, tra l’altro compagno di squadra del presidente Padrin nella Nazionale italiana di calcio dei sindaci.

“Campodarsego e tutti i Comuni della Federazione si sono sempre dimostrati attenti alla solidarietà e pronta a fare qualcosa per gli altri – è stato il commento del sindaco Patron -. Un altro aspetto importante riguarda la solidarietà prestata da tutti i volontari che, oltre ad avere allestito la tensostruttura e organizzato la cena, hanno contribuito con la quota di 20 euro ad aiutare gli amici bellunesi, dimostrando che la solidarietà non conosce davvero confini”.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento