Notizie
HomeVenezianoChioggiaChioggia: il mondo dei neet raccontato da un insegnante

Chioggia: il mondo dei neet raccontato da un insegnante

“Confessioni di un neet” è l’ultima fatica letteraria di Sandro Frizziero, docente di Chioggia, che nel suo libro parla di quei giovani che non studiano, nè lavorano e che hanno rinunciato anche a qualsiasi attività di formazione

Non studiano, non lavorano, nessun impegno in attività di formazione. Il protagonista del romanzo di Sandro Frizziero – Confessioni di un Neet (Fazi editore 2018) – è un giovane che vive a Chioggia con padre, madre e due gatte, Asia e Nina, con le quali conversa molto più francamente che con qualsiasi essere umano, genitori compresi. D’altra parte il suo mondo è pressoché totalmente virtuale perché si destreggia con abilità in tutti i social e in particolare Facebook che diventa per lui la vera finestra sul mondo.

La misantropia che lo accompagna interessa l’intera società, sbeffeggiata nei suoi vizi e virtù, nella lode dell’inutile dirittodovere del lavoro, negli interminabili colloqui per trovare un (sotto)pagato impiego – magari in nero, nei personaggi che hanno raggiunto il vero successo, nel soddisfacimento di desideri effimeri e talvolta insulsi. Il rivoluzionario eroe Neet (Not in Education, Employment or Training) del libro non avverte nemmeno il bisogno di una relazione amorosa perché anch’essa rappresenterebbe una responsabilità o un finto bisogno.

Una carrellata di personaggi attraversa le vicende narrate e tutti attraverso la lente di internet: i laureati senza laurea – protagonista compreso -, gli eterni studenti fuori corso, la giovane che punta a tanti mi piace per il concorso di bellezza, il rampante imprenditore di qualche sconosciuta società che è convinto di sfondare a livello globale, gli ex compagni di scuola mai più rivisti se non nei profili social alle cui sollecitazioni di incontri non ha mai risposto, altri amici dispersi per l’Europa. E infine la decisione: abbandonare questo mondo e vivere nella Rete. E così esistere per sempre.

L’ironia che attraversa il libro comprende anche la sua città, Chioggia, che descrive in alcuni particolari con attenta cura: pescherecci coperti di stracci e lenzuola, le donne vocianti negli stretti vicoli tra le calli, due anziani con le ciabatte all’ingresso di un garage con vista sulla laguna, le bici elettriche, le barche a vela della darsena, la diga, il mare… Sandro Frizziero – classe 1987 – è un giovane docente di Lettere nelle scuole superiori della sua città, Chioggia.

Eugenio Ferrarese

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette