Conselve, ora le opposizioni promettono battaglia, Lorin (Cartura): punite arroganza e prepotenza

Chiaro il responso delle urne ora il confronto torna nei consigli comunali, dove le opposizioni sono intenzionate a dare battaglia.

Tamara Lazzarin del Movimento 5 Stelle di Conselve sottolinea come la “proposta della fusione poteva essere fatta con più calma, con più capillare e attento coinvolgimento della popolazione.

Cosa che avrebbe determinato un risparmio di denaro, visto che questa avventura è costata ai tre comuni ben 13.000 euro per lo studio di fattibilità e una variazione di bilancio per le spese del referendum di ben 40.000 euro solo per il comune di Conselve. Il sindaco e i componenti della giunta hanno più volte ribadito che al di là degli esiti del referendum loro non si dimetteranno sappiano però che ora i cittadini hanno un motivo in più per pretendere maggior trasparenza e competenza, ma anche rispetto”.

Da Cartura il consigliere di opposizione Aladino Lorin osserva che “i cittadini hanno punito l’arroganza e la prepotenza dell’amministrazione. Spero che la lezione impartita sia proficua, Cartura è una comunità che merita rispetto, ora ci attende un grande lavoro per recuperare relazioni e fiducia, mettendo da parte interessi privati o di parte. Intanto mi auguro che la Regione apra una riflessione sui progetti di fusione, spesso rivelatisi uno sperpero di denari pubblici”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento