Este: gli amministratori donano 18 mila euro al sociale

Tanto ha reso lo scorso anno la rinuncia alle idennità di carica, che andrà alla emergenza casa

Quasi ventimila euro dalle indennità di carica al sociale. Fin dal 2016, la giunta comunale ha istituito un fondo alimentato dalla rinuncia di indennità di carica, gettoni di presenza e donazioni da parte di assessori e consiglieri, da destinare al contrasto del disagio sociale. Proprio nel 2016 sono stati devoluti i primi 9.300 euro del fondo al contrasto dell’emergenza abitativa.

Nell’anno seguente, 19.310 euro sono stati invece dedicati a sostenere le famiglie in difficoltà con spese come l’affitto. Quest’anno il fondo, che ammonta a 18.600 euro, verrà destinato di nuovo all’emergenza abitativa, come stabilito da delibera di giunta.

Lo conferma il vicesindaco Aurelio Puato: «Abbiamo scelto di devolvere la disponibilità del fondo al contributo alle spese delle famiglie che attualmente vivono in co-housing negli appartamenti comunali, bisognose di attenzione per la loro grave situazione economica, dovuta alla mancanza o alla perdita di lavoro».

Altro versante nel quale l’amministrazione ha deciso di intervenire è quello del contrasto alla povertà educativa e all’esclusione sociale, ritenendo che uno dei servizi che possono contribuire ad una maggiore attenzione verso le fasce più deboli sia costituito dal doposcuola, attivo dal 2017 nelle scuole primarie non a tempo pieno.

N. C.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento