Limena: la primavera in anticipo sul palco

Limenamente Teatro: fiorisce un nuovo cartellone con la stagione 2019 messa a punto dall’amministrazione con la Cast: anche questa stagione un ricco programma di appuntamenti per tutti

Limenamente Teatro: fiorisce un nuovo cartellone di appuntamenti e a Limena è già primavera. La stagione 2019 dell’ormai tradizionale contenitore che il Comune ha ideato per l’arte teatrale e gli eventi di cultura è pronta al debutto e si mostra ancora più rigogliosa del solito, con compagnie di professionisti che si stagliano a livello nazionale: frutto questo di un impegno e una dedizione che negli anni hanno avuto la meglio e che hanno trasformato la Sala Teatro Falcone-Borsellino (sede degli spettacoli) in uno dei principali centri culturali della provincia di Padova.

Merito che l’Amministrazione condivide con l’attore Simone Toffanin e la sua compagnia CAST a cui, visto il crescente successo della manifestazione, culminato con una lunga serie di sold out lo scorso autunno, viene immancabilmente riconfermata la direzione artistica. L’edizione in partenza conta sette appuntamenti serali (più due fuori-abbonamento), a cui si aggiungono i 4 serate letterarie che si ritrovano nella rassegna “Parole&Pagine”. Gli spettacoli si succederanno nel segno della qualità e della varietà, tanti sono i registri, i generi e i linguaggi che si andranno a toccare, con un occhio di riguardo per le compagnie del territorio, che a Limenamente portano volentieri le loro Prime. Succede già con il primo appuntamento, l’8 febbraio, con il ritorno del Bepi e Maria Show in “Cossa zeo ‘sto cerveo? Alla scoperta della mente dei veneti”. Il trio, composto da Ciccio Boato, Davide Stefanato e Fred, si è messo a studiare, incuriosito dalle convinzioni e meccanismi psicologici dei loro conterranei. Ne nasce uno spettacolo che aiuterà a fare chiarezza sulla psicologia del Veneto DOC.

Altra Prima, che addirittura debutta con una replica già fissata il 15 e 16 febbraio, sarà con Teatro Insieme con la regia di Andrea Nao e “Quando la moglie è in vacanza”, che molti ricordano per l’omonimo e famoso film del 1955 con Marilyn Monroe, tratto a sua volta dalla commedia teatrale in tre atti di George Axelrod che debutto qualche anno prima al Fulton Theatre New York. Il pubblicò scoprirà una commedia dove reale e surreale si compenetrano con naturalezza e ironia. L’8 marzo, in occasione della Festa della donna, il palcoscenico mette in primo piano il talento “in rosa” con Otto donne e un mistero di Thomas, nell’allestimento della compagnia Gli Allegri Spiriti. Un giallo teatrale che ruota attorno alla morte improvvisa e misteriosa di un patriarca di una famiglia composta da otto donne. Chi lo avrà ucciso? Il programma prevede anche dei classici come Il Giocatore di Carlo Goldoni, Corna e Jella e Cecè di Pirandello, uno spettacolo di teatro-canzone con il Teatro dei Pazzi che poropone “Hemingway tra le lagune venete e Cuba”.

Gli spettacoli iniziano alle 21, con ingresso a 5 euro. Programma e biglietti www.ilcast.it.

Lascia un commento