Massanzago: una vita spezzata per la velocità

Maria Agnese Squizzato, 68 anni, è stata travolta da un’auto la notte di San Silvestro di fronte al municipio. Il sindaco: “Automobilisti, rispettate i limiti”

L’incidente mortale accaduto la sera di San Silvestro nella centralissima via Roma, nel capoluogo, davanti al municipio, ripropone in tutta la sua drammatica attualità la questione della sicurezza stradale.

Purtroppo non è la prima volta che accadono incidenti e, per giunta, mortali lungo questa strada considerata punto nero del traffico. Sotto accusa la provinciale che va da Camposampiero a Noale (Venezia). Nel centro di Massanzago, dove prende il nome di via Roma, diventa un grande e lungo rettilineo in cui le auto ben di rado rispettano il limite di velocità dei 50 chilometri orari.

L’ultimo fatto in ordine di cronaca è accaduto il 31 dicembre proprio davanti al municipio. In questo punto l’attraversamento è bene illuminato e non c’erano, nemmeno quella sera, problemi di visibilità. Erano le 20 del giorno di San Silvestro. Maria Agnese Squizzato, 68 anni, di San Dono, si era fermata per fare un prelievo al bancomat nella banca di fronte alla sede municipale. Stava attraversando proprio via Roma sulle strisce pedonali per raggiungere il marito che l’aspettava in macchina quando è stata travolta dalla Opel Astra guidata da un pensionato di 81 anni di Borgoricco. La signora Maria Agnese è morta, poco prima di mezzanotte, all’ospedale di Camposampiero a causa delle complicazioni dovute alle lesioni riportate.

Qualche giorno dopo un altro incidente, dovuto a una mancata precedenza all’incrocio sempre con via Roma, ma per fortuna nessun ferito grave. Anni fa uno dei quattro figli della donna era rimasto vittima di un incidente simile: stava attraversando sulle strisce quando è stato travolto, rimanendo immobilizzato per molti mesi.

“La strada, proprio per il fatto di essere un lungo rettilineo, è pericolosa – spiega il sindaco Stefano Scattolin -. Quello che possiamo raccomandare con insistenza è di avere sempre massima attenzione, alta prudenza e soprattutto evitare distrazioni. Ci sono numerosi passaggi pedonali che intersecano la strada, bisogna rallentare e tenere gli occhi aperti. Alcuni sono ben illuminati, altri meno. Provvederemo di sicuro a incrementarne la visibilità. Ma gli automobilisti devono soprattutto rispettare il limite di velocità imposto, in questo centro abitato come in tutti gli altri, che è di 50 chilometri orari. Di sicuro molti incidenti si possono evitare”.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento