Noventa Padovana: il Comune potenzia il trasporto scolastico causa cantieri sull’argine

Sarà istituito un servizio di prescuola gratuito per i primi tre mesi del 2019. Ci sarà inoltre una corsa di sola andata in via XXV Aprile.

Argine sinistro del Piovego chiuso per i lavori di messa in sicurezza e traffico in tilt tutte le mattine dei giorni feriali in via Cellini e via Marconi. Il Comune corre ai ripari, potenziando il trasporto scolastico con una corsa di sola andata da via XXV Aprile alla scuola “Anna Frank”, ma anche con l’istituzione del servizio di pre-scuola gratuito per i primi tre mesi del 2019.

In questo modo si conta infatti di portare un po’ di sollievo, sia riducendo il numero di mezzi che raggiungono il plesso scolastico, e poi tornano indietro, sia scaglionando gli arrivi in modo che i due flussi, quello dei genitori che accompagnano i figli e quello dei residenti che si mettono in macchina nella fascia oraria di punta per andare al lavoro (ma anche dei pendolari che vengono dalla Riviera), si sovrappongano il meno possibile.

Per quanto riguarda la corsa straordinaria, partirà alle 7.40 dal piazzale della palestra e costerà 18 euro al mese (tariffa ridotta): “Se sarà un autobus vero e proprio o una navetta dipenderà dal numero delle adesioni da parte della cittadinanza – spiega l’assessore alle Politiche Scolastiche, Sofia Tisato. Ma possiamo già dire che se il servizio funzionerà, possiamo già ipotizzare di estenderlo anche il prossimo anno, come nuova misura di riduzione dello smog”. “L’emergenza di questi mesi, in fondo – prosegue l’assessore – ci consente di sperimentare”. Inoltre, per tamponare i pesanti disagi provocati dalla chiusura dell’argine utilizzato abitualmente come via alternativa dai genitori di ritorno dalla scuola, il Comune ha deciso anche di rendere gratuito fino al 29 marzo il servizio di pre-scuola nella palestra della scuola “Anna Frank”. Coloro che sono già iscritti e hanno già saldato “saranno oggetto di compensazione – spiega ancora l’assessore Tisato, che si raccomanda però “di optare per l’ingresso alle 7.30”.

Per evitare il più possibile gli intasamenti all’entrata. Le lunghe code e tempi spropositati per percorrere anche un brevissimo tratto di strada non hanno mancato di far esplodere la protesta anche sui social. Ma la buona notizia è che il Genio Civile approfitterà dalla chiusura dell’argine per intervenire in ulteriori punti a rischio smottamento. Il completamento dei lavori è comunque previsto sempre per metà o al massimo fine marzo.

Elena Callegaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento