Piove di Sacco: le future mamme benedette dal vescovo

Sono state più di una ventina le future mamme che hanno ricevuto la benedizione del vescovo Claudio Cipolla.

La funzione, che generalmente si tiene in Duomo a Padova, quest’anno è stata eccezionalmente ospitata nel santuario della Madonna delle Grazie vista la concomitanza della visita pastorale del vescovo alle parrocchie della città.

Si tratta di un appuntamento, nato all’interno del progetto “Un attimo di pace” che regalava spazi quotidiani di riflessione e attenzione sulla Parola di Dio e occasioni di incontro, che da alcuni anni la Diocesi di Padova propone la domenica prima di Natale. Le mamme in gravidanza, insieme ai loro compagni e mariti, sono state accolte, alla presenza di un nutrito numero di fedeli, nel chiostro del santuario dal parroco, don Giorgio De Checchi, che ha spiegato la valenza della cerimonia.

La parola è poi passata all’ équipe diocesana “Arte e catechesi” (che vede coinvolti l’Ufficio diocesano per l’Annuncio e la Catechesi e il Museo diocesano) che ha portato l’attenzione dei presenti sull’immagine della “Madonna con Bambino” attribuita al pittore veneziano Giovanni Bellini, opera che campeggia in un altare laterale del santuario. La particolarità della cerimonia, oltre alla benedizione, è infatti anche la sua valenza culturale: regalare anche un momento di conoscenza e meditazione artistica di fronte a un’opera d’arte.

E il vescovo Claudio? Si è mescolato ai fedeli quatto quatto e, senza farsi notare, si è seduto alle loro spalle ad ascoltare. Successivamente è salito sull’altare e, alle mamme in fila, ha imposto le mani sul pancino per la benedizione. Al termine ha anche consegnato a ciascuna di loro un’immagine di Maria e il crisma, l’olio profumato che il vescovo consacra a Pasqua e che viene utilizzato nel Battesimo.

A.C.

Lascia un commento