Porto Viro: al via la riqualificazione nella frazione di Porto Levante

Presentato dal vicesindaco il programma triennale delle opere pubbliche 2018-2020 e l’elenco annuale 2018. In cantiere il restauro dell’antica chiesetta del borgo e interventi alle banchine e alle attrezzature

Nel corso di uno degli ultimi consigli comunali è stato presentato il punto relativo alla variazione del programma triennale delle opere pubbliche 2018- 2020 e l’elenco annuale 2018. Interessata alla variazione è la frazione di Porto Levante, grazie al restauro dell’antica chiesetta del borgo e alla riqualificazione delle banchine e delle attrezzature. “Abbiamo acceso un conto di 120mila euro, frutto di un contributo per il recupero e la riqualificazione della chiesetta Santissima Trinità di Porto Levante – ha spiegato il vicesindaco Doriano Mancin, che ha la delega al bilancio – e uno di 350mila euro per la ristrutturazione delle banchine e degli approdi con ampliamenti e ammodernamenti di impianti ed attrezzature”.

E inoltre: “Per il recupero dell’area di Borgo Mimose abbiamo previsto 150mila euro, una cifra frutto dell’aumento di 36mila euro per l’aggiornamento al valore reale dell’opera, secondo l’ufficio tecnico. Si tratta di tre distinti conti che vanno a far fronte a tre opere, una aggiornata e due aggiunte, ulteriori a quelle già in previsione e già approvate”. Un secondo punto ha inoltre riguardato la variazione al bilancio di previsione per l’esercizio 2018-2020: “Un atto dovuto di indirizzo politico – ha spiegato ancora Mancin – per integrare capitoli, completare l’iter annuale delle spese, ascoltare le esigenze degli assessori e accertare maggiori o minori entrate nel bilancio di previsione”.

Tra le integrazioni in previsione di entrata Mancin ha elencato: “Alle sanzioni amministrative per assenza o difformità dai permessi si sono aggiunti 15mila euro ai 4mila preventivati; per i proventi da sanzioni e contravvenzioni al codice della strada erano stati preventivati invece 330mila euro, ma c’è stato un incremento di quanto accertato (se ne vedrà poi l’effettiva riscossione) di altri 500mila euro, per un ammontare complessivo di 830mila euro”.

Tra quelle che sono invece le diminuzioni alle previsioni di entrata, Mancin ha riportato una cifra di 42mila euro in meno sui 2 milioni 658mila euro dei proventi Imu e un calo di 10mila euro sull’imposta comunale di affissione per la quale si prevedevano 85mila euro. In merito al recupero dei proventi dalle sanzioni e contravvenzioni al codice della strada per complessivi 950mila euro, bisognerà invece attendere il 2019 per avere il quadro esatto. 32 mila euro da trasferimenti fondi per indennizzi assicurativi andranno a sistemare il tetto del palazzetto dello sport, e ulteriori 48mila per i lavori di manutenzione straordinaria e potenziamento della videosorveglianza.

In chiusura sono state poi spiegate le variazioni al piano delle alienazioni e valorizzazione del patrimonio immobiliare per il triennio 2018-2020 (due inserimenti in via delle Industrie e vicino al cimitero di Contarina).

Fabio Pregnolato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento