Rovigo: passaggi a livello addio

Scompaiono dalla linea Verona-Rovigo e Rovigo-Chioggia

La Regione del Veneto e Rete ferroviaria italiana hanno sottoscritto un protocollo di intesa per l’eliminazione nei prossimi mesi di 50 passaggi a livello, tra cui 18 nella tratta Verona – Rovigo e 5 in quella Rovigo – Chioggia.

“Al fine di accelerare il più possibile l’azione complessiva, si è deciso di concentrare l’attenzione verso quei punti di intersezione ‘a raso’ tra binari e strada la cui eliminazione risulta progettualmente più semplice ed economicamente meno impegnativa” spiega Elisa De Berti, assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti.

“In questo modo verrà massimizzato il numero degli interventi attraverso la limitazione, per quanto possibile, delle più costose opere sostitutive, come i sottopassi o i cavalcavia.” Queste operazioni, che nello scorso biennio hanno già permesso la soppressione di 40 passaggi a livello, porteranno importanti benefici sia per il sistema ferroviario che per la circolazione stradale: i passeggeri dei treni si sono infatti lamentati più volte del malfunzionamento di alcune sbarre ai passaggi a livello che spesso non si abbassano, costringendo così i macchinisti ad attendere l’intervento dei vigili urbani o di altre forze dell’ordine per poter procedere.

Dall’altro lato non è raro che anche gli automobilisti debbano fermarsi per svariati minuti a causa dei numerosi ritardi dei treni, provocando così lunghe code poi difficili da smaltire. Nel dettaglio, in Polesine saranno rimosse lungo la Verona-Rovigo le sbarre a Isola della Scala, Cerea,Villabartolomea, Castagnaro, Badia Polesine, Lendinara, Costa di Rovigo, Rovigo. Lungo la Rovigo Chioggia addio passaggi a livello a Rovigo, Adria e Chioggia.

Chiara Tomao

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento