Scuole, impianti sportivi, ville, un 2019 pieno di cantieri a Mirano

“Nei prossimi mesi Mirano vedrà la realizzazione di numerose opere: manutenzioni, adeguamenti, nuove realizzazioni”. Lo afferma il sindaco Maria Rosa Pavanello, tracciando il tradizionale bilancio di fine anno. Nelle scorse settimane il consiglio comunale ha approvato le variazioni di bilancio che permetteranno molti di questi interventi, e ora il primo cittadino può esporsi sul loro impiego effettivo.

“Entro il 2018 – spiega il Comune – sono stati impegnati i soldi per i lavori sul campo da rugby comunale (adeguamento antisismico, normativo e funzionale, 550.000 euro) e su tre scuole: adeguamento antisismico e funzionale per la “Mazzini” del capoluogo (680.000 euro), miglioramento antisismico e funzionale per la “Alfieri” di Zianigo (340.000 euro) e la “Manzoni” di Ballò (230.000 euro). Totale di 1.800.000 euro.

I progetti erano stati finanziati a inizio 2018 (spazi finanziari aggiuntivi concessi dal Governo). L’esecuzione dei lavori, invece, sarà finanziata con avanzo di amministrazione grazie alle concessioni ai comuni sull’utilizzo dell’avanzo contenute nella recente circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 25 del 3 ottobre 2018”. Per l’anno ormai chiuso, a Mirano è stato concesso di impiegare 1.100.000 euro sugli oltre 9 milioni del suo avanzo. “Poca cosa, ma rispetto al passato è un bel respiro”, ammette la sindaca, spiegando che a cambiare è anche lo spirito con cui, con questo sblocco, si può amministrare. Sono stati finanziati i lavori anche per altri due importanti opere: l’adeguamento antisismico di villa Belvedere (300.000 euro) e la realizzazione della ciclabile via Ballò con relativi percorsi pedonali (250.000 euro dal Comune più 150.000 euro di contributo regionale).

Saranno pronti a breve anche i progetti di adeguamento antisismico e funzionale di altre due scuole (“Pellico” e “Da Vinci”) e la progettazione (140.000 euro) del primo stralcio del restauro conservativo e funzionale di villa Bianchini. La villa sarà trasformata in un centro culturale attivo in cui conviveranno attività espositive, spazi per lo studio, sedi di associazioni. Questi lavori non possono essere finanziati subito con l’avanzo, a causa dei requisiti molto stringenti previsti dalla circolare Mef, quindi saranno inseriti nel bilancio di previsione del 2019. Non solo. Per il 2019 il Comune di Mirano punta alla realizzazione di altre importanti opere (tutte già a livello di progettazione esecutiva), come gli spogliatoi per il campo di calcio di via Scortegara a Zianigo, l’ammodernamento del pattinodromo di Scaltenigo con la costruzione delle tribune e di una pista per gli allenamenti di ciclismo. Il 2019, inoltre, sarà anche l’anno del finanziamento del primo stralcio della ciclabile di via Caltana (750.000 euro). Soddisfatta la sindaca Maria Rosa Pavanello: “Abbiamo tanti progetti in corso. E li completeremo, tenendo fede agli impegni presi con i cittadini con il programma di mandato”.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento