Tornano gli incontri filosofici a Spinea

A febbraio inizia la terza edizione dei “Caffè filosofici” a Spinea.

L’iniziativa, organizzata dalla biblioteca comunale di Spinea, è aperta a tutti e non richiede alcuna preparazione filosofica. I Caffè filosofici sono pubbliche discussioni aperte agli interessati su argomenti vari, dall’attualità fino ai grandi temi della filosofia, della religione e della politica. Gli incontri sono aperti a chi è interessato a discutere e approfondire temi vari, con un “esperto” di pratica filosofica. Gli appuntamenti sono adatti a tutti senza alcuna limitazione di età, sesso, cultura, formazione o orientamento personale. Le pratiche filosofiche interpretano un nuovo modo di filosofare, centrandosi non sull’astrazione concettuale, sull’analisi etimologica, sul commento testuale, ma su una comune interrogazione della realtà: problematizzare l’esperienza, esercitare la riflessione critica, chiedere ragioni e sostenere le proprie.

I prossimi appuntamenti inizieranno i martedì di febbraio: il 5, il 12 e il 19 alle 18. Gli argomenti saranno: “Virtuale è reale. I Valori dell’era digitale: homo homini lupus o una comunità educante”? “Si è ciò che si comunica. Per un’etica globale: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te” e “Le idee si possono discutere le persone si devono rispettare”. Gli strumenti per pensare: il dialogo dialogante come strumento di apertura e costruzione. Gli incontri sono tenuti da Davide Ubizzo, laureato in filosofia a Ca’ Foscari, docente e consulente filosofico Phronesis – Associazione nazionale per la consulenza filosofica, per la quale è coordinatore della Sezione Triveneto e responsabile della comunicazione, tra le altre qualifiche è stato educatore e animatore. Gli incontri pubblici si tengono in biblioteca e sono aperti a tutti e hanno una durata di circa un’ora. Insomma un’inziativa molto interessante e stimata dalla comunità spinetense e non solo. Gli interessati arrivano addirittura da tutto il comprensorio.

R.P.

Lascia un commento