Il Piovese Gino Freo è il miglior maestro dell’anno di pugilato

Ora è veramente una celebrità in campo pugilistico. Per il secondo anno consecutivo, infatti, è stato premiato dalla Federboxe il miglior maestro di pugilato dell’anno.

Stiamo parlando di Gino Freo, maestro e fondatore della mitica Boxe Piovese. Ha prevalso vincendo la concorrenza di circa tremila tecnici e maestri di boxe e a giorni verrà premiato a Roma. Ma non sono finiti gli allori per il pugilato piovese, visto che la Boxe Piovese verrà premiata con la medaglia d’argento per meriti sportivi. “Una vita nella boxe” si potrebbe intitolare un libro che narrasse la vita sportiva di Freo. Ha iniziato nel ‘69 quando ha disputato da pugile il primo dei due match per il titolo italiano dei professionisti.

Poi, per anni, ha cullato nel suo cuore il sogno di rimanere nello sport tanto amato e aiutare i giovani a praticarlo e ad essere seguiti come lui non lo era stato da pugile. Detto e fatto nel 1984 con alcuni amici diede vita alla Boxe Piovese che in questi 34 anni con la sua costanza ed esperienza ha fruttato al sodalizio piovese 36 titoli italiani, 3 europei e 2 dell’Unione Europea. A Freo chiediamo un bilancio dell’anno appena trascorso.

“Il 2018 è iniziato bene: in aprile Naichel si è aggiudicato il titolo europeo Youth dei medi e poi la sua partecipazione alle Olimpiadi giovanili (unico pugile italiano n.d.r) a Buenos Aires” racconta e aggiunge “Sempre Naichel Millas in novembre ha vinto il suo quarto titolo italiano della sua categoria. Tra i professioni voglio ricordare la grande performance del figliol prodigo Devis Boschiero (super piuma) che si è aggiudicato per la seconda volta il titolo dell’Unione Europea. Ma la ciliegina sulla torta me l’ha messa Luca Rigoldi che, attualmente, è l’unico pugile italiano con un titolo europeo in tasca conquistato in Francia”.

Nelle varie sedi dove ha operato Gino Freo in questi anni sono entrati decine e decine di ragazzi, quasi tutti con problemi di socializzazione o sbandati, e lui li ha sempre accolti sapendo che poteva dar loro una possibilità di rivedere il loro comportamento e rientrare nei cosiddetti binari della normalità. “Se io con la mia scuola ho ottenuto tanti successi – aggiunge Freo – lo devo anche ai molti amici che mi hanno sostenuto, non ultimo l’attuale presidente Andrea Scalise che proviene anche lui dal pugilato, e le varie amministrazioni comunali che mi hanno sempre dato una mano nell’organizzare riunioni o migliorare i locali della mia scuola”.

Gianni Patella

Lascia un commento