Nuove iniziative nel Comune di Mira: “Sportello Famiglia”, nuove regole per i rifiuti e riqualificazione dei negozi sfitti

Un nuovo spazio dedicato alla cittadinanza: un progetto sperimentale avviato dall’amministrazione comunale di Mira, finanziato dalla Regione Veneto.

“Uno spazio di incontro tra famiglie – spiega l’assessore alle Politiche Educative, Giovanili e delle Famiglie Elena Tessari – per condividere esperienze, informazioni e idee, per trovare orientamento rispetto ai servizi e alle opportunità che offre il territorio. Lo Sportello sarà fisicamente gestito da un educatore, che si potrà interfacciare con i servizi socio sanitari pubblici e privati e che, laddove ce ne sia bisogno, potrà facilitare l’invio ai servizi del territorio di persone in situazioni che necessitano di una presa in carico specialistica, con il fine di prevenire eventuali situazioni di grave disagio. Allo sportello – conclude Tessari – potrà liberamente accedere ogni cittadino che ravvisi la necessità di essere ascoltato e di trovare risposte ai suoi bisogni, di essere orientato e guidato al meglio nelle sue scelte”.

Lo sportello tuttavia non è solo uno spazio fisico: nei mesi a venire diventerà anche un luogo virtuale, un help desk a cui le famiglie potranno accedere attraverso il sito del Comune di Mira per attingere informazioni relative ai servizi del territorio, alla scuola, alla formazione e all’università, alle opportunità d’impiego, alle iniziative, ai bandi, alle agevolazioni, alle scadenze fiscali, il tutto in connessione con le progettualità regionali in essere.

Lo Sportello famiglia è un servizio è gratuito. Per rendere più agevole l’accesso e cercare di andare incontro alle esigenze dei cittadini, sarà attivo in due sedi diverse e con orari diversificati: il primo è situato presso “Arcipelago Progetti” in via Borromini n. 21, a Mira, aperto il martedì dalle ore 15.30 alle ore 18.30 e il giovedì 9-12; il secondo invece, è collocato presso il Centro Anziani “Centro Anch’io” in via Lago di Misurina n. 15, ad Oriago il venerdì dalle ore 9-12.

Per informazioni: Email: sportello.famiglia@comune.mira.ve.it, Telefono: 348 3666726.

Nuovo regolamento rifiuti

Nuove aree Pec destinate al conferimento dei rifiuti e inasprimento delle sanzioni per i trasgressori. Queste le novità introdotte dal regolamento sui rifiuti approvato a dicembre 2018 dal Consiglio Comunale. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di migliorare il servizio per coloro che abitano nei condomini attraverso la realizzazione di nuove piazzole di raccolta scoraggiando al massimo l’abbandono attraverso multe salate.

Per la realizzazione delle aree Pec il Comune ne favorirà la realizzazione anche su suolo pubblico, laddove vi sia la richiesta e le condizioni, sulla base di una valutazione di fattibilità in concerto con il gestore del servizio di raccolta.

“Prevediamo di avvicinarne alcune di già esistenti – commenta l’assessore all’Ambiente Maurizio Barberini – accorpandole con altre per le quali è già stata data l’autorizzazione. E siamo pronti a valutare le richieste per nuove isole: l’obiettivo è venire incontro alle esigenze in particolare dei condomini che si sono trovati in difficoltà nella gestione di numerosi bidoni presenti nelle aree di pertinenza. Dopo la prima promessa mantenuta, relativa alla raccolta porta a porta del verde, – conclude l’assessore – entrata in vigore lo scorso primo gennaio, questa è la seconda promessa che manteniamo. Così favoriamo il corretto conferimento e di pari passo va l’inasprimento delle sanzioni contro chi abbandona i rifiuti: in proposito va sottolineato che la collaborazione con i Rangers d’Italia, avviata in virtù dell’apposita convenzione, sta dando ottimi risultati in termini di contrasto e di prevenzione”.

Riqualificazione dei negozi sfitti

Nuovo look per alcuni negozi sfitti a Mira e a Oriago. Prende il via con questo primo restyling il progetto di valorizzazione dei negozi sfitti legato al Distretto del Commercio. Le vetrofanie “Mira in Progress” sono solo il primo step di un progetto di riqualificazione finanziato con un importo di 40mila euro che punta alla rigenerazione urbana commerciale e turistica del territorio. “Questa azione – spiega l’assessore al Commercio Vanna Baldan – avrà ricadute positive sul territorio. Ci stiamo attivando per attrarre nuove attività economiche che ci auguriamo possano aprire in questi spazi ora valorizzati, garantendo al contempo tutte le esigenze delle attività produttive già esistenti”.

L’obiettivo annunciato da qualche mese dall’Assessorato al Commercio e da Confesercenti Riviera, è quello di far diventare alcuni negozi sfitti occasione di valorizzazione del territorio, ospitando associazioni, eventi, temporary shop.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento