Ponte San Nicolò: tanti gemellaggi per saldare la fratellanza dei popoli europei

Arriveranno ottantacinque persone dai paesi gemellati che saranno ospitate da alcune famiglie

Lo scopo è duplice: promuovere la fratellanza fra i popoli e parlare del futuro dell’Europa, diffondendone la conoscenza nelle generazioni più giovani. Tra il 22 e il 26 febbraio avrà luogo a Ponte San Nicolò il progetto “Imagine Next”, che l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione “I Gemellaggi” e la Provincia di Padova, conduce con il coinvolgimento degli altri paesi gemellati: Crest (Francia), Dobra (Polonia), Nidda (Germania), Medvode (Slovenia).

In rappresentanza di questi paesi arriveranno a ottantacinque persone, che saranno ospitate da alcune famiglie. Il progetto “Imagine Next” rappresenta la continuazione ideale di “Imagine the Future we Want”, condotto da Crest nel 2017, ed è stato preceduto da un’indagine conoscitiva svolta attraverso un questionario anonimo on line, svolto in tutte le città gemellate Ponte San Nicolò: una serie di domande sul futuro dell’Unione Europea, formulate con l’intento di trasmettere le risposte proprio ai leader europei, in modo che possano focalizzare le priorità dell’Unione per gli anni futuri.

Credo che in questo momento storico sia doveroso, visto il periodo critico che stiamo attraversando, considerare che l’Europa sia il nostro faro, nonostante i suoi difetti” è la riflessione di Andrea Marcolin, consigliere delegato ai Gemellaggi “Se godiamo del più lungo periodo di pace per il nostro continente, questo è frutto proprio dell’Unione Europea. Dobbiamo avere una visione diversa dell’Europa, perché l’Europa siamo noi; non dobbiamo combatterla ma conoscerla meglio per un futuro comune di pace. I gemellaggi rappresentano occasioni importanti per intessere relazioni e costruire l’Europa dal basso. L’Unione Europea si può certo migliorare ma è imprescindibile oggi, per non ripetere gli errori della storia”.

L’evento viene accompagnato sino al 28 febbraio da una speciale esposizione nell’atrio del municipio, resa possibile grazie alla collaborazione del servizio Europe Direct del Comune di Venezia. La mostra “Le Madri e i Padri Fondatori dell’Unione Europea” è stata dedicata alle nove donne e agli undici uomini che hanno ispirato la creazione dell’Unione Europea in cui viviamo oggi. Il programma di “Imagine Next” alterna momenti di discussione ad altri di spettacolo e svago: in calendario figurano infatti uno spettacolo di danza, la pièce teatrale “Un giardino senza fiori” proposta dalla compagnia Laboratorio Teatrale “Amici del Mondo”, percorsi di lettura a cura del “Gruppo Lettura” e del “Gruppo Donne”, uno spettacolo musicale del “Gruppo Giovani”, visite a Venezia e a Padova. Domenica 24 infine gli ospiti internazionali hanno sfilato nel tradizionale corso mascherato di carnevale indossando i costumi tipici delle loro città. Il progetto fa parte di un processo di scambi e condivisioni fra i vari paesi e comunità coinvolte che dura dal 2007, anno del gemellaggio con Crest.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento