Rovigo: “L’elisir d’amore” ha confermato il successo di una grande stagione lirica

L’opera giocosa di Gaetano Donizetti, dedicata a Tullio Serafin “L’elisir d’amore”, andata in scena sabato scorso al Teatro Sociale, ha fatto il pieno di applausi.

L’opera, è stata considerata un capolavoro che unisce in maniera esemplare comico e sentimentale, farsa e malinconia, ancora una volta ha conquistato tutti gli spettatori. Uno spettacolo dedicato al celebre direttore, Maestro Tullio Serafin, per i cinquant’anni dalla sua morte. La messa in scena dell’opera è stata frutto di una coproduzione del Teatro Goldoni con il Teatro Sociale e la collaborazione della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino nell’ambito del protocollo d’intesa “Opera nella Regione Toscana”.

“La celebre opera comico-romantica de L’elisir d’amore è sempre attuale,- come ha spiegato il regista Ludek Golat – “le scene sono state ambientate classicamente ma attualizzate alla nostra epoca. Tutta la trama dell’amore di cui è permeata l’opera di Donizetti si è sviluppata, infatti, attraverso tattiche e strategie amorose di oggi, con protagonisti credibili vestiti con costumi contemporanei. E non è mancata, la forza del “marketing”, forza della suggestione ed autosuggestione, così tipica della società in cui viviamo. E per un momento – conclude il regista- anche il ciarlatano comincerà a credere al suo Elisir d’amore. Ma alla fine “Omnia vincit amor!!!””.

Il sindaco di Rovigo, Massimo Bergamin, ha espresso soddisfazione per un ulteriore successo della Stagione Lirica, ringraziando tutti i sostenitori e il pubblico che ha partecipato e condiviso questo ambizioso progetto.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento