Veneto Politica: polemiche sulla decisione di sciogliere l’Anpi

Il Partito Democratico replica all’assessore Donazzan: “Giù le mani dall’Anpi, basta becere strumentalizzazioni per un post sbagliato”.

Queste le parole del gruppo consiliare del Partito Democratico che risponde alla richiesta dell’assessore Donazzan al presidente della Repubblica di “valutare lo scioglimento dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia, prendendo a pretesto un intervento sulle foibe della sezione rodigina pubblicato su Facebook”.

“Sciogliere l’Anpi? Non se ne parla neppure! – incalza il partito – L’assessore Donazzan, così come inopinatamente Salvini, continuano a strumentalizzare un post, sbagliato, della sezione di Rovigo da cui l’Anpi nazionale ha preso immediatamente le distanze. Sembra che il vero obiettivo sia negare il ricordo e il valore di quanti hanno combattuto per la liberazione dal fascismo e dall’occupazione nazista”.

“La posizione dell’Anpi – continuano i democratici – è chiara e ribadita da un comunicato ufficiale: “la tragica vicenda delle foibe, che copre un amplissimo arco di tempo, va affrontata senza alcuna ambiguità, contestualizzando i fatti. L’Anpi lo ha fatto con senso di responsabilità civile e serietà storiografica. Il post comparso sulla pagina Facebook dell’Anpi di Rovigo è sbagliato e non rappresenta affatto la posizione della nostra associazione. Prova ne è, fra le tante, l’inaugurazione il 10 febbraio prossimo, a Jesolo, di un monumento a tutte le vittime delle foibe con l’attiva partecipazione della nostra sezione locale”. Ha senso insistere con questa polemica per fare diventare strumentalmente divisiva la Giornata del Ricordo istituita sotto la presidenza Ciampi? La Resistenza, magari non farà piacere all’assessore Donazzan e a Salvini, è il fondamento dell’Italia democratica e repubblicana. Per questo, – conclude il partito – chi rappresenta le istituzioni dovrebbe essere solo riconoscente e orgoglioso dei partigiani. Come di chi li rappresenta oggi e continua a essere un presidio democratico e di libertà nel nostro Paese”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento