Basket Padova: buona annata sotto canestro a casa nostra

Le “Lupe” di San Martino di Lupari

Come sta il basket padovano? L’annata è sicuramente delle più positive.

La squadra di punta del movimento cestistico padovano è sicuramente il Fila San Martino di Lupari, società che vanta una prima squadra nella serie A/1 femminile ma anche in A/2 e in serie B. Il Fila allenato da coach Larry Abignente è diventato un nome di punta della massima serie italiana di palla a spicchi rosa: attualmente le “lupe” viaggiavano al quinto posto, in corsa per una posizione che possa garantire i playoff anche per questa stagione.

Non sono mancati i momenti neri per la formazione padovana, a partire dal gravissimo infortunio occorso al play Caterina Dotto, che ha dovuto interrompere la stagione già a novembre. Con l’inizio di febbraio in casa giallonera si è aggregato un nome di tutto rispetto per il basket femminile italiano, Chiara Pastore, rimasta senza squadra per la rinuncia al campionato di Napoli. L’altra formazione di San Martino impegnata in un campionato nazionale, quello di A/2, si difende con i denti e occupa attualmente il dodicesimo posto. Punta di diamante della pallacanestro maschile, invece, è la Virtus Padova (quest’anno targata Antenore Energia), impegnata in serie B: dopo un inizio a rilento, il quintetto di coach Daniele Rubini ha aperto l’anno con una serie entusiasmante di vittorie. Sei sono quelle che gli sono valse il primo posto del girone assieme a Cesena, aprendo scenari importanti per il futuro virtussino: parlare di promozione in A/2 non è più solamente un sogno e l’ambizione e la prospettiva, purtroppo, a Padova mancavano da moltissimi anni. Le altre formazioni padovane militano tutte in campionati regionali. Il Guerriero Padova affronta la serie C Gold e si è presentato a febbraio con un ruolino da 7 vittorie e 10 sconfitte per il dodicesimo posto del girone unico.

Nella serie C Silver va sicuramente meglio per il Basket Abano Montegrotto, primo a pari punti con Roncade, ma anche per il Felmac Limena che è tra le prime sei formazioni in classifica. E’ invece estremamente negativa la stagione del Cittadella, ultimo con tre soli successi stagionali. In serie D le padovane sono state raggruppate tutte in unico girone: Roncaglia domina il pool Verde con un ruolino invidiabile che è ancora immacolato in quanto a sconfitte, seguito da un terzetto tutto padovano: Solesino, Usmi (che gioca in via Lucca a Padova) e Mestrino. Più staccate le altre: Vigonza, Redentore Este, Vigodarzere e Arcella.

Le ultime due sembrano condannate alla retrocessione, le prime due lottano per strappare un posto nei playoff. E’ invece tutto padovano (pur con qualche formazione rodigina) il campionato di Promozione, che vede un bel testa a testa tra un quartetto composto da Cus Padova, Pro Pace, Fulgor San Bellino e I Frogs di Ponte San Nicolò. Nella Prima Divisione, i quattro gironi vedono primeggiare Cus Padova, Limena King, Conselve e Abano Orange. Molte sono le formazioni della provincia impegnate nel campionato interprovinciale amatoriale della Uisp: tra le padovane che quasi sicuramente andranno ai playoff compaiono l’Euganea, il Due Stelle Brugine e i Boars Baone.

Nicola Cesaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento