Adria: piccolo teatro, grandi emozioni

Il Ferrini, sotto la direzione di Dino Macioce, attore e regista di provata esperienza, promuoverà una rassegna 2019 molto ricca e degna di un qualsiasi teatro comunale, nonostante le sue ridotte dimensioni

Il Teatro Beato Contardo Ferrini si sta trasformando in una realtà culturale. Da potenzialità a servizio per la cittadinanza, il passo è breve. La struttura, dalle dimensioni contenute – ha una capienza di 140 posti -, presenta delle linee architettoniche armoniche ed eleganti in stile liberty e con un cuore grandissimo, da sempre al servizio della comunità del capoluogo etrusco. In questo privilegiato luogo d’incontro, costruito nel 1913 e inaugurato nel 1921, che nel tempo è stato palestra di vita religiosa, ma anche artistica, nel corso del recente anno passato sono stati organizzati numerosi eventi teatrali e musicali, che hanno ricevuto un’accoglienza incoraggiante da parte della cittadinanza.

Per il 2019, sotto la direzione artistica di Dino Macioce, attore e regista di provata esperienza, è in programma una rassegna di teatro comico dialettale, che è stata inaugurata lo scorso 16 febbraio, con la commedia “Na casa sensa na donna”, della Compagnia teatrale “Brutti ma Buoni”. Seguiranno, il 9 marzo “In città è un’altra cosa”, della Compagnia “Amici del Teatro Veneto”, il 23 marzo “El mistero dea Siora Francesca”, della Compagnia “Teste Toste”, il 13 aprile “Nobile si nasce…..siore se deventa”, della Compagnia “Piccolo Teatro di Bassano”.

La rassegna si chiuderà il 4 maggio, con la Compagnia “El Porteo”, che ci allieterà con la commedia brillante “American Vin”. Ma il Teatro Ferrini ha in serbo altre sorprese, con un ciclo di numerose conferenze pensate e curate dalla Biblioteca comunale di Adria e con i concerti di musica classica organizzati, per il 10 marzo, il 14 aprile e il 26 maggio prossimi, dall’Associazione Amici della musica di Padova, in collaborazione con la Società concerti Buzzolla di Adria. Sono infine allo studio anche ulteriori rassegne musicali, che potrebbero avere il loro clou durante il settembre adriese oltre che un’altra rassegna teatrale, per coinvolgere le compagnie che operano nel territorio adriese e deltino. È proprio il caso di dire: piccolo teatro, grandi emozioni.

Ga. Fe.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento