Benessere del tessuto osseo, la prevenzione è la prima cura

La patologia colpisce in egual misura uomini e donne quello che cambia fondamentalmente è la fascia di età a rischio

Il nostro scheletro è composto da ossa a sua volta realizzate in tessuto osseo. Spesso ci si immagina l’osso come una struttura rigida e dura in realtà non è corretto. L’osso ha una superficie esterna dura e compatta che riveste un sottostante tessuto spugnoso più leggero; tale tipologia di struttura conferisce un’elevata resistenza alle pressioni e alle torsioni.

Inoltre nell’immaginario comune spesso l’osso è visto come unità inerte in realtà l’osso è vivo.
Possiamo definire l’osso vivo non solo per la presenza al suo interno di vasi sanguigni e nervi ma soprattutto grazie alla presenza di speciali cellule dette osteoblasti ed osteoclasti che permettono alla struttura ossea una continua rigenerazione.

Gli osteoclasti sono le cellule deputate allo smantellamento del vecchio tessuto osseo mentre gli osteoblasti sono le cellule che si occupano della “costruzione” del nuovo tessuto osseo.
In condizioni normali il lavoro di tali cellule è bilanciato; con l’avanzare del età l’opera di tali cellule diventa via via più sbilanciato a favore degli osteoclasti che provocano così un indebolimento del tessuto osseo.
La patologia più diffusa ed insidiosa a carico del tessuto osseo è l’Osteoporosi.

Tale patologia è caratterizzata da una riduzione della massa ossea e da una alterazione della struttura dell’osso stesso determinando fragilità scheletrica ed aumentando il rischio di fratture.
La patologia colpisce in egual misura uomini e donne quello che cambia fondamentalmente è la fascia di età a rischio. Per gli uomini possiamo individuare la fascia di età a rischio tra i 50 ed i 60 anni; mentre per le donne questa fascia di età è strettamente correlata con la menopausa in quanto le variazioni ormonali portano soprattutto nei primi anni una importante riduzione della massa del tessuto osseo.

L’osteoporosi si può prevenire con semplici regole:
– adeguato assunzione di calcio e vitamina D
– effettuare attività fisica (camminare almeno 30 minuti al giorno a passo sostenuto)
– evitare di assumere alcolici
– evitare il fumo
In oltre è importante sottoporsi a periodici controlli. La densitometria ossea è l’esame diagnostico che permette di valutare la densità dell’osso; stabilisce quanti grammi di calcio e altri minerali sono presenti nel segmento osseo esaminato.

La prevenzione è la prima cura, se non hai ancora fatto un controllo vieni a fissare il tuo appuntamento in farmacia VENERDI 29 Marzo sarà possibile effettuare la densitometria ossea.

Farmacia Tre Colombine della Farmacia San Gaetano s.n.c. – Dott.sse Maddalena e Patrizia Zanetti
– Via Leopoldo Baruchello, 30
– ROVIGO tel.0425/412038
Piazza Risorgimento 21
– Lendinara (Ro)
tel. 0425/641026
– www.farmaciatrecolombine.it

Lascia un commento