Bottrighe: reinstallati i cartelli “fuori legge”

Tolto lo scorso dicembre, a causa di una denuncia, il cartello è stato reinstallato in segno di rispetto a Umberto Maddalena e ai cittadini

Il comune reinstalla i cartelli indicanti il paese natale di Umberto Maddalena, ma non sembrano piacere a nessuno. Nello scorso mese di dicembre, come si ricorderà, Bottrighe aveva perso questa indicazione dalla toponomastica d’ingresso negli accessi del paese, installati da tempo, rimossi a seguito di una denuncia inviata alle autorità competenti, in quanto sarebbe stato fuori legge.

L’amministrazione ha posto ora gli stessi cartelli insieme ad altri indicanti varie località, creando probabilmente confusione. Molto amareggiata l’associazione memoriale “Tenente Colonello Umberto Maddalena”, sodalizio apolitico, senza scopo di lucro, che da tempo, oltre ad eventi atti a esaltare le imprese dell’eroe, è impegnata a creare un museo in paese dedicato al valoroso concittadino. Il posizionamento nuovo andava forse ragionato coinvolgendo l’associazione e visto che gli attuali cartelli sono troppo piccoli, si poteva pensare di rifarne di più grandi, magari posizionati nelle vicinanze della toponomastica degli ingressi al paese. L’articolo previsto dalla normativa vigente, nel quale si è riferito colui che ha segnalato ciò, il 131 c.c. 4° ed 8° del Dpr 16.12.1992 n. 495 regolamento di esecuzione al nuovo codice della strada, a questo punto esisterebbe solo per il caso di Bottrighe? E’ una domanda che molti si pongono. Ovunque, anche ad Adria come nel resto d’Italia, esistono indicazioni simili atte ad esaltare un luogo.

A tale proposito anche la politica ha detto la sua. In un comunicato, la lista Cavallari 2.0 chiede “Maggiore rispetto per Umberto Maddalena e per gli abitanti di Bottrighe. Il recente posizionamento dei cartelli che ricordano, o meglio, che vorrebbero ricordare la città natale dell’eroe dell’aviazione Umberto Maddalena. Si, diciamo vorrebbero ricordare e non che ricordano- affermano nel comunicato- perché installare il cartello che ricorda la città natale di Umberto Maddalena a due diversi cartelli i quali indicano più comuni o località sembra più un rompicapo per turisti che l’omaggio della sua città, Bottrighe, ad un autentico eroe dell’aviazione. Probabilmente– proseguono- non era possibile mantenerli sotto il cartello Bottrighe, ma forse si poteva fare come i cartelli posti in modo autonomo, all’ingresso di Adria, che dopo il cartello dell’abitato indicano Adria come città che ha dato il nome al mare Adriatico. Sarebbe stato- conclude il comunicatoun piccolo gesto, ma avrebbe denotato il rispetto ad un eroe come Maddalena e alla sua comunità”.

Roberto Marangoni

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento