Campodarsego: fibra ottica e nuove infrastrutture per la città e alcune frazioni

La linea si appoggerà a strutture già esistenti per ridurre i cantieri

Entro la fine del 2019 Campodarsego diventerà una città cablata. Tutto ciò è possibile grazie alla convenzione tra la società Infratel Italia Spa e il Comune di Campodarsego. La fibra ottica a banda ultralarga sarà portata fino alle unità immobiliari utilizzando la tecnologia “Fiber to the home” e permettendo così l’accesso alla rete internet ad almeno 30Mbps.

Un progetto ambizioso che prevede non solo un piano d’azione chiaro e definito a partire dalla semplificazione del quadro normativo, dalla creazione di nuove infrastrutture e nuovi driver di sviluppo, ma consentirà anche di trasformare Campodarsego in un paese più veloce, meno burocratico e più moderno. “In coerenza con il Piano strategico nazionale per lo sviluppo della banda ultralarga e seguendo le modalità previste nella convenzione stipulata con il Comune – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Valter Gallo -, la Open Fiber provvederà alla realizzazione della Rete Ftth (Fiber to the home) avvalendosi delle infrastrutture esistenti, quelle cioè attraverso le quali attualmente già passano i cavi dell’energia elettrica, riducendo così al minimo l’impatto dei cantieri di lavoro necessari”. Il 16 giugno 2017, Infratel Italia e Open Fiber hanno firmato a Roma il contratto di concessione per la realizzazione di una rete a banda ultralarga nelle aree a fallimento di mercato delle sei regioni interessate dal primo bando di gara.

Tra queste c’è anche il Veneto. “Nell’operazione, nella quale sono coinvolti più di tremila comuni capofila, rientra anche il Comune di Campodarsego – prosegue l’assessore e vicesindaco Gallo -. L’offerta proposta da Open Fiber prevede che tutte le unità immobiliari esistenti sul territorio di Campodarsego, vengano coperte con tecnologia Ftth. La fibra sostituirà il rame fino all’abitazione dell’utente con una maggiore espandibilità futura. Di fatto questa innovazione digitale è destinata a trasformarsi in una opportunità per il territorio, il sistema delle imprese e la rete delle prestazioni sociali”. “ Un progetto ambizioso – sempre secondo Gallo – che avrà l’obiettivo non solo di raggiungere entro la fine del 2019 il 100 per cento delle unità immobiliari sul territorio, ma anche la possibilità di veicolare servizi a velocità pari o superiori a 100Mbps e garantire contemporaneamente a tutti i cittadini, l’accesso alla rete internet ad almeno 30Mbps. La piattaforma on line prevista dal progetto, consentirà di accedere ad una sezione dedicata ai servizi formativi come webnair e piattaforma elearning”. Attualmente sono state cablate, oltre a Campodarsego, anche le frazioni di Reschigliano, Fiumicello e Bronzola.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento