Chioggia: i cittadini virtuosi saranno premiati con sorpresa

Da sinistra Alessio Spunton, Genny
Cavazzana, Daniele Stecco, Paolo Mogno

I comportamenti positivi dei cittadini clodiensi saranno premiati con l’accreditamento di ecopunti che possono trasformarsi in sconti di cui beneficiare nei negozi locali che hanno aderito all’iniziativa

Un premio per i cittadini ecovirtuosi e un sostegno per i commercianti locali: è l’iniziativa nazionale “Progetto ecoattivi” cui anche il Comune di Chioggia ha deciso di aderire, in via sperimentale, nel 2019 a partire da febbraio. Il progetto ha lo scopo di premiare i comportamenti positivi dei cittadini clodiensi attraverso l’accreditamento di punti che possono trasformarsi in sconti di cui beneficiare nei negozi locali aderenti all’iniziativa.

I comportamenti virtuosi che saranno tenuti in considerazione per l’assegnazione dei punti- sconto riguardano nello specifico tre ambiti: ambientale, sociale e culturale. Per quanto riguarda il primo contesto si potrà accumulare punteggio attraverso una corretta pratica della raccolta differenziata, l’utilizzo nelle famiglie con bambini piccoli di pannolini lavabili, il compostaggio domestico, la mobilità sostenibile e anche la riduzione degli sprechi nei consumi idrici ed energetici. Degno di nota e di riconoscimento in ambito sociale l’impegno nel volontariato, nel mondo dell’associazionismo e le donazioni di sangue. Infine l’utilizzo della biblioteca, i concerti e le mostre rappresentano alcuni degli ambiti culturali che vengono premiati con gli ecopunti. E’ possibile scaricare sullo smartphone una app “Ecoattivi” che consentirà, tra l’altro, di registrare i punti, mediante la lettura di un QR code.

Punteggio che può essere anche accreditato mediante lettura del codice fiscale, o accreditati direttamente dal Comune tramite presentazione di autocertificazione. Ogni 200 punti acculmulati si ha diritto ad un “ecosconto” di 1 euro. Ma lo si potrà fare solo dopo aver trasformato gli ecopunti in ecosconti agli Ecopoint situati presso la Biblioteca civica in campo Marconi 108 (dal lunedì al venerdì 9-11 e 13,30-14,30) o presso il negozio Outlettiamo in viale Stazione 2/1 ( da lunedì a sabato 9,30-12,30 e 16-19,30). “La sperimentazione è di un anno – ha spiegato l’assessore ai Tributi e alle Partecipate Daniele Stecco – ma ci auguriamo un buon riscontro e la possibilità di replicare il progettto per gli anni futuri”.

Il costo complessivo dell’operazione è di 30mila euro, metà dei quali sono stati messi a disposizione dal Consiglio di Bacino Venezia Ambiente. Molti negozi del territorio hanno già aderito, ha fatto sapere l’assessore al Commercio Genny Cavazzana, ma i negozianti che vogliono aggiungersi possono ancora farlo. L’adesione è gratuita e gli sconti applicati vengono rimborsati dal fondo dedicato.

“Si tratta di un progetto nazionale che è collegato ad un concorso a premi. Si premiano i cittadini e le buone azioni e al contempo si dà sostegno ai negozi di vicinato” ha spiegato Paolo Mogno di Achab Group, società cui è affidato il coordinamento delle attività di raccolta punti. “Portare i rifiuti pericolosi, ingombranti, inerti… all’ecocentro accredita 200 punti ad ogni conferimento” ha infine esemplificato come calcolare nella pratica le azioni virtuose Alessio Spunton di Veritas che, insieme con Confcommercio, Acus e Associazione Artigiani Confartigianato Chioggia, ha collaborato all’iniziativa. Ogni abitante può accumulare un tetto massimo di 5mila punti all’anno.

Ornella Jovane

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento