Dolo: volontari a fianco dei profughi

Due volontarie dell’associazione “Catarsi” al fianco dei profughi siriani in Giordania.

Questa testimonianza è stata al centro dell’incontro svoltosi nelle scorse settimane nella sede dell’associazione “Il Portico” a Dolo organizzato dalle associazioni “Catarsi” onlus e “Non dalla guerra” di Vicenza. L’associazione “Catarsi” si occupa da 13 anni di lotta contro la marginalità sociale in Riviera con particolare attenzione ai giovani con disabilità. Dall’incontro con “Non dalla guerra” è nato un rapporto di amicizia e collaborazione, rapporto fondato sui valori fondanti delle due associazioni che sono quelli della solidarietà, dell’accoglienza, dell’impegno civile e dell’universalità inderogabile dei diritti dell’uomo.

Nell’estate scorsa due volontarie dell’associazione dolese, Annachiara Marchiori e Lisa Stocco, si sono unite ad un gruppo di volontari provenienti da tutta Italia e dopo un periodo di formazione sono partite alla volta della Giordania per svolgere due settimane di volontariato al fianco ai profughi siriani ed iracheni in fuga dalle guerre che stanno martoriando le loro terre. Le ragazze hanno raccontato la loro esperienza e dato indicazioni per chi volesse partire e vivere un’esperienza di questo tipo.

“Siamo tornate cambiate – hanno detto – e più libere, perché conoscere è la chiave della libertà. Questa esperienza ci ha arricchito e ha rinnovato le motivazioni che ci spingono ad impegnarci quotidianamente sul nostro territorio al fianco dei più deboli e ad opporci a qualsiasi ingiustizia. Siamo in tanti, l’associazionismo nella Riviera è vivo e vuole essere un presidio diffuso a tutela e difesa dei diritti umani e della giustizia sociale”. Insomma un’attività di volontariato in grado di portare le esperienze da terre lontane e devastate dalla guerrra all’attenzione di tutti.

G.P

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento