Elezioni comunali a Spinea, si muovono partiti e liste civiche

Pronte due liste sul versante del centro sinistra, altrettante nel centro destra, ci sarà anche il Movimento 5 Stelle

Domenica 26 maggio anche Spinea voterà per le elezioni comunali. Tra i vari schieramenti, ci sono alcune liste civiche, un volantino realizzato dai cittadini, e i 5 Stelle, non si escludono possibili coalizioni tra le liste che raggrupperanno il centro destra e il centro sinistra. Tra le liste civiche di centro sinistra ci sarà: “E’ tempo-prospettive Spinea”. La lista è composta di cittadini e da nomi noti nell’attuale amministrazione comunale: Loredana Mainardi e Giovanni Litt. Tra gli obiettivi principali: la valorizzazione delle relazioni interpersonali formate per il bene comune tra cittadini e di buon vicinato.

“Un gruppo di persone che già si danno da fare – dice Litt – ciascuno a proprio modo e con le sue capacità e caratteristiche, per rendere Spinea un luogo più accogliente, vivibile, bello: nelle associazioni, neo comitati, come singoli cittadini e che si vogliono unire per un progetto per la nostra città”. Alcuni cittadini hanno sottoscritto il manifesto “Spinea 2030”, che esprime i loro principi e le volontà di lavoro e riconosce in Emanuele Ditadi, l’attuale vicesindaco, il possibile candidato sindaco. Tra i principi: l’agenda Universale Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile, valori per costruire anche a livello comunale una società di pace, libertà, giustizia, uguaglianza, progresso e solidarietà. Dal centro destra si presenterà una lista, composta da un gruppo di lavoro di cittadini e vari professionisti, che sembrerebbe riconoscere nell’architetto Martina Vesnaver la probabile candidata sindaco. Il gruppo è composto di diverse donne e da professionisti in diversi settori, e punta al bene comune per una visione di progettazione del territorio. “Diversi cittadini mi hanno fatto la richiesta di concorrere alla poltrona di sindaco – dice Vesnaver – lo trovo un atto di fiducia e di stima nei miei confronti di residente del comune, di professionista e di madre”. Sempre dal centro destra si riproporrà la lista civica “Claudio Tessari”, presente fin dal 1999. Tessari ha dichiarato che nel panorama attuale, la priorità è di unire tutto il centro-destra, dalle liste civiche alla Lega, da Forza Italia a Fratelli d’Italia, alle liste d’ispirazione centrista perché Spinea ha bisogno di voltare pagina dopo un decennio che, a loro avviso, l’ha vista regredire e perdere l’autorevolezza che con fatica si era conquistata.

“Per quanto concerne programma e candidato sindaco – dice Tessari – procede il confronto con le altre forze della coalizione per poterci presentare con punti chiari e precisi che mettano al centro il cittadino. Va da sé che il candidato sindaco debba essere sintesi delle istanze di ciascuna lista”. Concorre anche il M5S, nella squadra la trentasettenne Stefania Mazzotta. Il Movimento ha dichiarato che, come nella precedente tornata amministrativa, correrà da solo senza alleanze con altre forze politiche. Gli obiettivi sono la partecipazione attiva dei cittadini, la trasparenza e la tutela dell’ambiente. Alle elezioni probabilmente ci sarà anche Massimo De Piero, ex 5 Stelle, con un nuovo progetto svincolato dal Movimento, comunque indirizzato al perseguimento degli obiettivi programmatici legati ai temi che caratterizzano la sua azione politica nei ultimi 10 anni: tutela del territorio, ambiente, sicurezza, viabilità ed integrazione sociale. “La lista – anticipa De Piero – non avrà una collocazione politica, non persegue ideali di centro, destra o sinistra, ma progetti orientati al territorio e ai cittadini”.

Roberta Pasqualetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento