Este: “Più multe, l’inciviltà è raddoppiata”

Nel 2018 la polizia locale ha elevato quasi 6 mila verbali, in aumento esponenziale le sanzioni per violazioni alle norme dei regolamenti comunali. “Cresce la vigilanza ma serve maggiore responsabilità”

Un 2018 da quasi 6 mila verbali. Con una valutazione decisamente negativa: “L’inciviltà, purtroppo, è raddoppiata”. Parola di sindaco, che ha commentato così le cifre fornite dalla polizia locale di Este per l’attività svolta l’anno scorso. Spiegano Roberta Gallana e il comandante Gabriele Mighela: “E’ cresciuta la vigilanza ma c’è ancora troppa inciviltà e i dati lo confermano. Nel 2018 sono stati emessi 5.777 verbali per violazione del Codice della strada e sono state elevate 264 sanzioni per violazioni alle norme dei regolamenti comunali, più del doppio degli anni scorsi”. Gli agenti hanno effettuato 500 interventi per sopralluoghi e verifiche di segnalazioni sul territorio, ai quali si aggiungono 39 interventi per sinistri stradali (di cui 29 con feriti).

Sono stati 1.103 gli accertamenti anagrafici presso abitazioni e 168 verifiche di ospitalità. E’ significativo il dato relativo ai sequestri di autovetture non assicurate (grazie in particolare ai nuovi lettori di targa di cui si è dotata la città) e alle sanzioni per mezzi non revisionati: 103 i primi e ben 173 le seconde, «il che significa aver tolto dalla strada numerosi veicoli che rappresentavano un pericolo per la mancanza di copertura assicurativa o per la non idoneità dei mezzi».

E ancora, il report della polizia atestina segnala 3.900 sanzioni per divieti di sosta o infrazioni relative alla circolazione nei centri urbani e 1.717 multe elevate tramite l’autovelox posizionato lungo la regionale 10 var (quella che va da Monselice a Carceri), con 26 patenti ritirate. In merito ai regolamenti urbani, le cui norme servono anche al decoro urbano, nel 2018 state comminate in totale 264 sanzioni: 70 sono relative alla gestione di sale giochi e slot machine, 36 per rumori di pubblici esercizi, 19 per vegetazione incolta, 26 verbali per violazioni al verde pubblico e 22 per non corretta gestione di animali e, infine, 10 sanzioni sono state comminate per indebito beneficio economico. Per somme erogate, dunque, in assenza di requisiti. L’attività di vigilanza ha prodotto inoltre 34 notizie di reato, riferite perlopiù ad abusi edilizi e ambientali, per una cinquantina di indagati, e 21 sono state le attività delegate da autorità giudiziaria.

Nicola Cesaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento