Istrana, casa di riposo: sempre più vicina

Dopo il consenso ottenuto da parte dei vertici del 51esimo Stormo, il Comune attende l’approvazione anche dalla Regione, la sola che potrebbe ora bloccare il progetto per presenza di fonti di inquinamento

Casa di riposo sempre più vicina, un progetto complesso dove il verde diventa una naturale barriera contro l’inquinamento acustico. La struttura ha ottenuto l’approvazione dei vertici del 51esimo Stormo, ora manca, come messo nero su bianco nel documento della Regione Veneto, di “verificare che l’edificio sia situato in zona priva di fonti di inquinamento atmosferico, lontano da fonti di rumori molesti e discosto da sedi statali di grande traffico”.

L’appezzamento di terreno scelto per la costruzione di questo edificio è quello degli ex campi da calcio, tra la Castellana e la base dell’aeronautica. Se per questi ultimi il problema non si presenta, avendo il Comune già ottenuto il consenso, rimane da verificare le condizioni imposte dalla Regione. Qualora questi non fossero conformi, decadrebbero anche i presupposti della vendita del terreno alla cooperativa sociale Codess, vincitrice del bando di gara.

“Siamo in dirittura d’arrivo. Il progetto fatto dalla cooperativa è davvero eccellente e tiene conto anche del rumore con un progetto di mitigazione acustica dell’intera struttura e una barriera di alberi fronte strada che non renderà nemmeno possibile la visione della struttura dall’auto” spiega la prima cittadina Maria Grazia Gasparini. “Il centro servizi, come da accordi con la Regione, sarà costruito su una struttura rettangolare di tre piani dotato di quattro scale di cui due interne, quattro ascensori e ben 90 posti letto, che saranno destinati a persone non autosufficienti. All’interno della struttura ci saranno anche alcuni servizi come un parrucchiere e un bar. Questo significa nuovi posti di lavoro e, come era previsto nel bando, andranno a persone del territorio. Oltre a questo, per agevolare i cittadini ci saranno anche dei percorsi convenzionati”.

Per rendere agevole la fruibilità della struttura, in primis agli ospiti, e poi anche ai loro parenti, il progetto che Codess ha formulato con l’amministrazione tiene in conto anche del circostante. “Sarà realizzato un collegamento con la pista ciclabile e una rotonda che faccia defluire il traffico” ha concluso la prima cittadina di Istrana.

Lucia Russo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento