Istrana: scuola media, ancora polemiche sul progetto “faraonico”

Da troppi anni ormai la riqualificazione dell’istituto è considerata prioritaria da parte di tutte le realtà politiche di Istrana

Anno nuovo, problemi vecchi. E tra chi sostiene “forse il 2019 è l’anno buono per risolvere questo annoso problema”, si palesano anche opinioni dove ormai lo sconforto “regna sovrano”. La questione del rifacimento della scuola media è stata portata recentemente all’attenzione di maggioranza e opposizione proprio dalla prima cittadina Maria Grazia Gasparini.

La discussione è ruotata attorno alla mera burocrazia e l’introduzione a bilancio dei lavori per realizzare quest’opera su modello della progettualità portata avanti già dalla precedente amministrazione guidata da Enzo Fiorin. Proprio qui sta quello che al momento sembra essere l’ultimo cavillo che può porre la parola fine e dare il via libera alla costruzione di quest’opera che i cittadini, ma soprattutto gli studenti, attendono da ormai numerosi anni.

Il progetto dell’amministrazione Fiorin prevede una struttura imponente che, come evidenziato dalla capogruppo della lista civica “Attivi per Istrana” Annalisa Crespan, “sconvolgerebbe l’intera area che verte attorno alle attuali scuole medie, elementari e ex cinema”. Struttura che, a parer della minoranza che si astiene dal voto, potrebbe essere resa più funzionale, meno “faraonica” e soprattutto economicamente meno onerosa.

“Sarebbe opportuno valutare anche altri progetti – evidenza sempre la Crespan – anche altre realtà come Castello di Godego, che grazie all’apertura di un bando, hanno potuto passare al vaglio diverse progettualità e decidere di conseguenza”. Totale disponibilità dall’opposizione a portare avanti una collaborazione per far fronte e porre la parola “fine” a questo annoso problema soprattutto in virtù del fatto che durante la campagna elettorale, sia la lista Crespan che quella della Gasparini avevano più volte ribadito come, la scuola media rappresentasse uno dei punti focali del proprio mandato una volta elette. Portare a termine questo obiettivo è dunque ormai impellente da parte dell’amministrazione, dell’opposizione e della comunità tutta.

Lucia Russo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento