Martellago, Favaron: “Basta mortificare il Veneto”

A dirlo è l’ex assessore all’ambiente e alle politiche sociali, oggi in consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione

E’ stato eletto segretario metropolitano di Venezia del Partito Democratico. Al lavoro in queste settimane per predisporre le strategie in vista delle prossime scadenze elettorali di primavera, che vedranno numerosi Comuni veneziani, alcuni strategici, andare alle urne per eleggere il nuovo sindaco (nel Miranese ci sono Scorzè, Noale e Spinea).

Da Martellago quindi parte l’offensiva del partito, che sta vivendo a livello nazionale un momento delicato quanto decisivo: “Il Pd sta affrontando una fase importante – spiega infatti Valerio Favaron – e proprio per questo motivo nel Veneziano, ma in particolare in tutto il Veneto ci vogliamo caratterizzare sul piano delle specificità del nostro territorio”.

“Significa che – prosegue il segretario metropolitano – dobbiamo ripartire da quei nodi legati ad un sviluppo che non è stato gestito in maniera ordinata. Penso ad esempio all’ambito ambientale, o al tema dei servizi sociali alla persona che oggi non sono più messi in condizione di garantire un livello ottimale. E ancora il lavoro, con il problema non solo del precariato, ma anche della difficoltà ad assicurare a una prospettiva di vita alle persone”.

Il Veneto dunque come piattaforma di lancio anche per il Pd nazionale: “Un partito federale – spiega ancora Favaron – perché siamo stanchi del fatto che la nostra regione venga mortificata proprio per ciò che ha di buono, e che le sue risorse continuino ad essere solo spremute”. Altro tema importante in vista delle prossime amministrative: “La connessione tra imprese, artigiani, aziende, lavoratori: in un territorio in cui da sempre trovano spazio l’impegno, la solidarietà e l’onestà”, conclude.

E. Cal.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento