Noventa Padovana punta sul “plastic free” e fa una differenziata da record

La raccolta differenziata dei rifiuti ha raggiunto quota 71 % nel 2018. Continua il servizio di raccolta del cemento-amianto

Differenziata a quota 71% nel 2018, tre punti in più rispetto alla media regionale, e nuove iniziative per favorire l’avvio al riciclo della plastica. Il Comune di Noventa Padovana punta a diventare “plastic free”, iniziando con l’eliminazione della plastica monouso dai locali comunali, ma sta anche valutando in questo inizio anno l’installazione di un eco-compattatore per la raccolta differenziata incentivante: “nel quale i cittadini potranno conferire bottiglie in pet e lattine di alluminio e avere in cambio un vantaggio economico”, spiega il vicesindaco e assessore all’Ambiente Fabio Borina. È prevista inoltre una campagna pluriennale per ridurre, e via via eliminare, l’uso plastica monouso dalle aree pubbliche e dagli spazi privati.

La consegna del nuovo calendario per la raccolta dei rifiuti, ha dato lo spunto per recapitare a casa dei cittadini anche una lettera per fare il punto della situazione sugli obiettivi raggiunti, ma anche su quelli a cui ancora mirare. “Indispensabile fare più attenzione al corretto conferimento di ogni frazione di rifiuto – spiega Borina. Se non si rispettano determinati standard di qualità nel selezionare e conferire correttamente ogni tipologia di materiale, i rifiuti che possono essere riciclati vengono invece avviati al termovalorizzatore, e quello che potrebbe essere un ricavo da riciclo diventa invece un costo di smaltimento”.

Ecco perché vale la pena di concentrarsi in particolar modo sulla plastica, la cui percentuale di recupero è andata negli anni diminuendo, sia perché spesso viene mescolata ad altri rifiuti, sia perché in mezzo alla plastica vengono conferiti anche oggetti diversi, ad esempio i giocattoli. Sul fronte dei cosiddetti “ingombranti” invece il Comune annuncia tolleranza zero per chi abbandona questo tipo di rifiuti lungo l’argine, sui marciapiedi o nelle zone periferiche: “Il rifiuto ingombrante va esposto esclusivamente dopo averne prenotato il servizio di recupero gratuito di Acegas Aps Amga, al numero verde 800.955.988”, si legge nella lettera. Si sta invece valutando il posizionamento di un secondo punto di raccolta per l’olio esausto, oltre a quello in via Marconi. Continua infine il servizio di raccolta del cemento–amianto (eternit) con le modalità già in vigore: nel 2018 sono stati smaltiti oltre 500 metri quadri di materiale.

Elena Callegaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento