Piombino Dese: prima edizione del Galà della Cultura

“Testimoni del nostro Tempo”

Il Galà della Cultura del Camposampierese, manifestazione promossa dal Tavolo della Cultura, andrà in scena venerdì 29 marzo, alle ore 20.30, presso la sala San Tommaso Moro di Piombino Dese.

Si tratta di una nuova iniziativa di rete attraverso la quale il Tavolo della Cultura, composto dagli assessori e consiglieri degli undici comuni della Federazione, premierà le eccellenze culturali presenti nel territorio, gli interpreti di quella tensione estetica che li rende “testimoni”, appunto, delle pulsioni artistiche contemporanee.

La sede della premiazione cambierà ogni anno e toccherà tutti i comuni del Camposampierese, in modo da rafforzare la filosofia di rete che sta alla base dell’iniziativa. «Lo scopo della manifestazione – sottolineano gli organizzatori – è di valorizzare l’opera di quanti (individui, associazioni, istituzioni) con la propria attività hanno contribuito, o tuttora contribuiscono, alla promozione e valorizzazione dei diversi linguaggi culturali ed artistici nel territorio e tra la popolazione del Camposampierese». Il premio verrà assegnato, con cadenza annuale, a due persone/ associazioni/istituzioni per ciascun comune della Federazione del Camposampierese.

La premiazione culminerà con la consegna del riconoscimento speciale “Testimone della Cultura” ad una personalità/artista/uomo di cultura/ associazione/ istituzione, la cui opera si sia rivelata particolarmente rappresentativa e prestigiosa per l’intero territorio. Vasto lo spettro degli ambiti che la giuria, composta dagli assessori e consiglieri alla cultura, ha preso in esame per individuare i premiati di questa prima edizione: musica, pittura, scultura, fotografia, letteratura, ricerca storica, giornalismo, cinema, teatro, spettacolo, scienza. E non è stato un compito semplice, perché i candidati meritevoli erano moltissimi e di alta levatura, il che lascia presupporre che l’iniziativa non faticherà a decollare e ad imporsi in futuro come un appuntamento culturale irrinunciabile. L’elenco dei ventidue premiati dell’edizione 2019 è stato ufficializzato in occasione dell’ultima riunione del Tavolo della Cultura, mentre il nome del Testimone della Cultura 2019 (che, come prevede il regolamento della manifestazione, non necessariamente sarà scelto tra i 22 premiati dai comuni) verrà svelato in occasione della cerimonia del 29 marzo, in quello che sarà il momento clou di una serata che prevede, oltre alla consegna dei riconoscimenti, alcuni momenti di intrattenimento.

I premiati del 2019 sono rispettivamente:

Borgoricco: Aria su Marte, musica pop; Maria Grazia Minto, pittura.

Campodarsego: Ridendo si impara, Teatro; Banda G. Verdi Sant’Andrea.

Camposampiero: Enrico Carraro, violista, musica classica; Dino Scantamburlo, storico.

Loreggia: Ruggiero Marconato, scrittore e storico; Saba De Rossi, musica leggera.

Massanzago: Marco Perin, ricerca storica; Barbara Furlan, pittura.

Piombino Dese: Circolo Spazio Estetico, associazione culturale; Renato Cagnin, scrittore.

San Giorgio delle Pertiche: Bruno Caon, scrittore e storico; Renato Lorenzin, organizzatore culturale.

Santa Giustina in Colle: Matteo Valerio, violinista, musica classica; Romeo Sandrin, scultura.

Trebaseleghe: Salvatore Palazzolo, ricerca storica; Roberto Cerbaro, ricerca storica.

Villa del Conte: Francesco Zaghetto, organista, musica classica. Ass. Amici del Presepe.

Villanova di Camposampiero: Valentina Meneghello, organizzatrice culturale, Nico Ruffato, musicista.

Un elenco che si caratterizza per l’eterogeneità delle discipline che connota positivamente, dal punto di vista culturale, un territorio più vivace di quanto non si creda. «Attraverso questa iniziativa – ribadisce Fabio Marzaro, assessore portavoce del Tavolo della Cultura, ci proponiamo di rinforzare l’identità culturale del territorio, ritenendo che essa sia un elemento imprescindibile per lo sviluppo. Per creare un territorio ricco, nel senso pieno della parola, servono artigiani, imprenditori, professionisti, ma vi è bisogno, non da meno, di uomini e donne in grado di interpretare con la propria sensibilità e di restituire col proprio talento la sete di cultura, di conoscenza, di arte che è innata nell’essere umano».

Non resta, quindi, che attendere il 29 marzo per festeggiare la cultura del Camposampierese e per celebrare il super vincitore 2019. Per informazioni sul Galà della Cultura 2019: Comune di Piombino Dese Ufficio cultura – Biblioteca comunale Tel. 049 9369420 Federazione dei Comuni del Camposampiererese Ufficio comunicazione Tel. 049 9315635 – comunicazione@fcc.veneto.it

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento