Ponte San Nicolò: decine di volontari ripuliscono gli argini del Bacchiglione

Per ridurre il rischio idraulico il Genio Civile ha in programma interventi di salvaguardia nei prossimi 2 anni

Circa venti volontari, armati di sacchi, guanti e soprattutto di senso civico, hanno liberato dai rifiuti il segmento di argine del Bacchiglione compreso tra la chiesa parrocchiale e il confine con Padova. Ripetuta anche nei Comuni di Padova, Casalserugo, Polverara, Bovolenta e Codevigo. L’iniziativa faceva parte della giornata ecologica “Amiamo e puliamo il nostro fiume Bacchiglione”, ideata e organizzata da Legambiente Pratiarcati, Spiritus Mundi Onlus e Comitato Brenta Sicuro con la partecipazione di tutte le amministrazioni comunali dei paesi coinvolti. I volontari, come è possibile vedere nella pagina Facebook di Legambiente Pratiarcati, hanno raccolto in poche centinaia di metri ben ventuno sacchi di carta, plastica, lattine e vetro, e ritrovato anche dei copertoni di automobile, un rifiuto ad alto impatto ambientale. La mattinata è terminata al Municipio di Casalserugo con una conferenza di presentazione dei risultati della raccolta e insieme dell’indagine, svolta l’anno scorso dalla Protezione Civile di Ponte San Nicolò, Casalserugo, Polverara, Bovolenta, Pontelongo e Correzzola, sulle criticità arginali e sul rischio idrogeologico del fiume Bacchiglione. “Un bel momento, è stato emozionante vedere i ragazzi raccogliere con cura anche i rifiuti più piccoli e nascosti, ogni minuscola cartina.” – così commenta il successo dell’iniziativa l’assessore all’Ambiente Luca Gambato.

“Ogni nostra azione a favore dell’ambiente, per quanto piccola, ha una ricaduta importante anche in termini di sensibilizzazione delle persone. Se ciascun abitante di Ponte San Nicolò liberasse il territorio anche da una sola cartaccia o plastica ogni giorno, il nostro ambiente splenderebbe. Sono molto fiducioso che questa rinnovata sensibilità per la salvaguardia dell’ambiente possa rafforzare il senso civico di tutti. I prossimi due anni saranno molto importanti per il Bacchiglione, il nostro fiume: il Genio Civile infatti ha in programma il dragaggio del fondo e la risagomatura degli argini. Un fiume più pulito e dagli argini più regolari, aumenta la propria capacità massima, facendo diminuire di conseguenza il rischio idraulico. Per difendere in maniera ancora più incisiva non solo Ponte San Nicolò, ma anche i Comuni vicini, dal rischio di nuove alluvioni, crediamo molto nel completamento dell’Idrovia, che speriamo si possa attuare in tempi brevi”.

E a riprova che i temi ambientali godono di sempre maggiore popolarità, ha riscosso un buon successo venerdì 1° marzo “M’illumino di meno”, giornata del risparmio energetico e degli stili di via sostenibili, che ha visto decine di persone ritrovarsi nella sede di Altricieli in viale del Lavoro 58 per un aperitivo e una cena a lume di candela, mentre, presso il patronato di San Leopoldo, ha avuto luogo un incontro di approfondimento sul tema del risparmio di risorse, del riutilizzo dei materiali e della lotta allo spreco.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento