Ponte San Nicolò: elezioni, arrivano i primi candidati

Per la civica ”Ponte San Nicolò – Comunità Viva” si presenta Martino Schiavon. Per la Lega Carmelo Orlando

A 2 mesi dalle elezioni per Ponte San Nicolò gli scenari politici si stanno ormai delineando. Come già previsto, la lista civica della maggioranza uscente “Ponte San Nicolò – Comunità Viva” ha scelto come candidato l’attuale vicesindaco, Martino Schiavon. 56 anni, laureato in architettura e di professione funzionario pubblico, sposato e padre di due figli. Martino Schiavon dal maggio 2014 è anche assessore alla pianificazione del territorio, attività produttive e patrimonio.

La squadra è ancora in via di definizione, mentre l’intenzione prevalente è quella di scrivere un programma elettorale “partecipato”, ovvero aperto alle proposte e ai suggerimenti dei cittadini attraverso una serie di confronti pubblici. “Al centro del nostro programma verrà posta la “persona” a tutto tondo – anticipa Schiavon. Accanto ad un nuovo piano regolatore che comprenda l’attenzione per la sicurezza viaria e idraulica. 3 sono le priorità che abbiamo in mente: un nuovo sistema residenziale per i nostri anziani, una nuova cittadella dello sport e un polo letterario all’interno di Villa Crescente, aperto ad utenti di ogni età”.

Dopo l’esperienza dell’altra lista civica “Per cambiare Ponte San Nicolò” la Lega quest’anno punta su Carmelo Orlando, 62 anni, nato a Lonate del Garda e sannicolese dal 1994, anch’egli architetto, che svolge la sua attività anche presso il Comune di Padova. “Vorrei incentrare il mio programma sul benessere della persona, in tutti i suoi aspetti – esordisce Orlando. I sannicolesi meritano più sicurezza, in qualunque punto del paese; ogni cittadino deve sentire alle sue spalle un’istituzione forte, che lo tuteli. Per quanto riguarda l’immigrazione, il nostro modello è quello proposto da Matteo Salvini: chi bussa alle nostre porte deve essere disponibile ad integrarsi con la nostra cultura”.

Da settimane la Lega ha iniziato il contatto con gli elettori attraverso l’ormai collaudato sistema dei gazebo: già fissato anche un incontro pubblico per la presentazione del candidato sindaco e della lista, nella seconda metà di maggio. “Lavori in corso” invece per il centrosinistra, che al momento non ha ancora espresso un candidato sindaco, ma che sta elaborando una lista civica ispirata all’esempio padovano di Coalizione Civica.

La lista di sinistra (Ponte San Nicolò Democratica), invece, ha scelto di cambiare nome per indicare più chiaramente il fatto che la lista sarà civica. Lunedì 25 marzo quindi si terrà la riunione tra lista Ponte San Nicolò Democratica , Coalizione Civica e PD per definire nome nuovo, lista e candidature. “Lavoriamo alla costruzione lista aperta alla società civile ma anche al mondo politico, non siamo pregiudizialmente apartitici” spiega Hussein Bazzi, consigliere comunale della lista Ponte San Nicolò Democratico. “Tra le basi del nostro programma collocheremo l’ambiente: fondamentale sarà l’impegno per la salvaguardia del territorio dalla cementificazione e dal rischio idraulico”.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento