Porto Viro, il milite non più ignoto: la memoria storica rievocata dagli studenti

I ragazzi hanno portato alla luce la storia dei caduti e sono risaliti ai loro discendenti

La sezione Alpini di Padova ha premiato gli ex studenti della 3E della secondaria dell’Istituto comprensivo portovirese, nel corso dell’assemblea annuale che si è tenuta recentemente. La 3E è infatti salita sul podio nazionale – unica classe veneta – del concorso ‘Il milite non più ignoto’, organizzato dall’Associazione Nazionale Alpini: grazie a un video realizzato l’anno scorso con l’aiuto dei docenti Monica Caniato e Massimiliano Beltrame, i ragazzi hanno preso in esame il vecchio monumento ai caduti della Grande Guerra di Donada, rilevando l’importanza storica affidata al manufatto di Piazza Marconi. Inoltre, scavando nella storia, sono riusciti a risalire ai discendenti di quei soldati i cui nomi sono incisi sulla pietra, e a riportare alla luce storie che stavano per essere dimenticate del tutto.

“All’interno delle famiglie sono state cercate testimonianze relative a nonni o bisnonni che avessero partecipato alle due guerre – ha spiegato Caniato –. Abbiamo addirittura trovato degli antenati di cui si erano perse le notizie”, come Eugenio Sandri morto nel 1918 a 28 anni in un ospedale da campo di Selvazzano Dentro. “Anche se ormai questi alunni sono entrati nella secondaria di secondo grado, ogni volta che si avvicineranno a quel monumento lo vedranno davvero con occhi diversi” ha aggiunto la docente.

“Grande orgoglio e soddisfazione per l’istituto comprensivo di Porto Viro, per i suoi studenti e insegnanti che hanno ottenuto questo importante risultato – ha aggiunto il sindaco Maura Veronese -. In questi giorni mi è capitato di leggere Oscar Wilde, che parla di ricordo, di memoria come un ‘diario necessario che ciascuno di noi porta sempre con sé’. Credo che questo lavoro degli studenti e docenti di scuola media sia straordinario, non tanto per il premio ottenuto, ma perchè è proprio un lavoro di scavo, di approfondimento e memoria storica, del nostro paese, del nostro territorio. Sarebbe bellissimo organizzare una proiezione pubblica”.

Il presidente dell’Associazione nazionale Alpini di Padova, Roberto Scarpa, e il capogruppo locale, Matteo Sacchetto, hanno consegnato un assegno di 500 euro a titolo di premio alla classe: “Grande onore per noi aver avuto una scuola di questo comprensorio tra le prime quattro a livello nazionale” ha commentato Scarpa. È la voce degli studenti, nel video, a sottolineare l’importanza dell’iniziativa: “Dobbiamo continuare a ricordare, o il vuoto ci riavvolgerà”.

Fabio Pregnolato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento