Quinto di Treviso: stop al volo per Londra delle 22

Una tratta serale garantita da ben vent’anni che collegava la Marca e la capitale britannica, causando ora disagi a lavoratori e turisti, ma strizza l’occhio alle polemiche sull’eccesso di voli all’aeroporto Canova

“Parte tardi e fa troppo rumore”. Queste le motivazioni con cui la società di gestione dell’aeroporto Canova di Treviso, in accordo con RyanAir, ha deciso di cancellare, dal prossimo 1 aprile, il volo delle 22 diretto allo scalo londinese di Stanstead. Una brutta notizia per chi vola da e per la capitale britannica, data la facilità del collegamento.

Un colpo ai turisti ma, almeno sulla carta, si tratterebbe di una buona notizia per i residenti di Quinto, che da tempo si lamentavano per il rumore serale e notturno causato dai decolli e dagli atterraggi. Il volo per Londra è uno di quegli “storici” per il Canova, dato che si tratta di una delle primissime tratte (aperta nel 1998) che hanno permesso allo scalo di crescere negli anni e diventare, a tutti gli effetti, la “seconda pista” del Marco Polo di Venezia. Una attività che però da anni è al centro di grandi polemiche, a causa non solo del rumore ma anche del presunto inquinamento causato dagli aeromobili, il cui corridoio di atterraggio passa peraltro molto vicino ad alcune abitazioni costruite poco lontano dalla pista, causando in passato anche la rottura di alcuni tetti.

La decisione della società di gestione dell’aeroporto potrebbe essere letta anche come un “passo in avanti” per migliorare la relazione con la popolazione di Quinto, venendo incontro ad alcune loro istanze. Ma resta sempre aperto il nodo sul numero di voli, che per tanti si sarebbe attestato su livelli non sostenibili per il territorio. Insieme al volo per Londra è stato cancellato anche quello per di Bruxelles Zaventem: Ryanair continuerà infatti a collegare Bruxelles con Treviso volando però solo sull’aeroporto periferico di Charleroi.

Troppo pochi i passeggeri per Zaventem e i costi di gestione della linea erano saliti oltre il punto di profittabilità. Tra poche settimane quindi due importanti collegamenti spariranno per sempre dai voli in partenza e arrivo dal Canova. La buona notizia per i viaggiatori è che, entro il 2019, dovrebbero essere attivate tre nuove linee verso Bordeaux, Oporto e Praga.

Denis Barea

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento