San Giorgio delle Pertiche: sentenza ribaltata per Prà della Fiera

Sono stati ridefiniti gli importi dovuti: l’amministrazione comunale dovrà restituire a Generali oltre 800mila euro

Continua a tenere banco la vicenda del Pra’ della Fiera. Nei giorni scorsi la Corte d’Appello di Venezia ha ribaltata la sentenza di primo grado con la quale Assicurazioni Generali erano state condannate a pagare al Comune 1.604.132 euro per le opere di urbanizzazione del grande progetto di Pra’ della Fiera. Le fideiussioni del lottizzante avevano chiamato in causa la compagnia assicurativa che aveva sì pagato ma, subito dopo, aveva presentato ricorso. Confermata in appello la sentenza di primo grado anche se i giudici hanno voluto ridefinire gli importi dovuti.

Al Comune spettano 731.226 euro, quindi – ed è questa la notizia che ha suscitato scalpore – dovrà restituirne ben 872.905, più interessi, alla società assicuratrice. Una sentenza, riconteggio degli importi incluso, che non ha certo fatto piacere al Comune. L’amministrazione comunale non si dà, però, per vinta tanto da correre subito ai ripari e deliberare, in giunta, l’autorizzazione al ricorso in Cassazione.

“Sapevamo che sarebbe stato trovato un appiglio e che ci sarebbe stato il ricorso in appello contro la decisione in primo grado del Tribunale di Padova – spiega il sindaco Piergiorgio Prevedello –. Hanno ricorso e hanno vinto, il giudizio di appello ha dato loro ragione. Lo avevamo messo in conto. Così come siamo altrettanto determinati nel ricorrere in Cassazione. La sentenza d’appello, a nostro avviso, è sbagliata. Di più, da sindaco, ho l’obbligo ditutelare gli interessi del mio Comune e farmi dare ciò che è dovuto. Sapendo quali sono i tempi della giustizia bisognerà aspettare, ma quello che è dovuto lo riporto a casa. Per quanto riguarda il Piano di realizzazione di Pra’ della Fiera, noi lo abbiamo predisposto. Quello che mi sta a cuore, e non solo in questo caso, è completare ciò che ho avviato. Mi piace fare le cose una per volta, ma farle. Il progetto, per il momento, è congelato almeno fino a quando non ci sarà il pronunciamento della Cassazione”.

Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento