Saonara: l’elettrodotto Dolo-Camin sarà interrato

La posa della linea elettrica costerà oltre 400 milioni di euro e sostituirà il tracciato aereo previsto

L’elettrodotto da 380 kV tra Dolo e Camin si farà, ma verrà interrato, come richiedevano da dieci anni comitati civici, gruppi ambientalisti e diverse amministrazioni comunali tra il Padovano e la Riviera del Brenta. L’annuncio è stato dato a Venezia dal governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, e dall’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, che hanno firmato un accordo di programma per interventi straordinari destinati alla sicurezza del sistema elettrico, e allo sviluppo del territorio regionale.

Terna e Regione collaboreranno in maniera fattiva, prevedendo inoltre una stretta partecipazione delle amministrazioni locali e della popolazione, nella definizione degli interventi necessari. Fra questi spicca proprio la posa della linea elettrica interrata tra Dolo e Camin, che costerà oltre 400 milioni di euro e che sostituirà il previsto l’elettrodotto aereo lungo gli argini dell’Idrovia, con i cavi innalzati su tralicci monostelo alti una cinquantina di metri: un progetto avversato sin dal 2008 da sindaci e popolazioni, con iniziative sia politiche che amministrative.

Ma il programma di lavori prevede anche il riassetto della rete elettrica della Media Valle del Piave, un altro elettrodotto interrato tra Cortina e Auronzo di Cadore, l’ammodernamento delle infrastrutture e la creazione di “corridoi ecologici” lungo i tracciati delle linee. Enorme la soddisfazione per i gruppi che in questi anni si sono battuti per l’opzione dell’interramento, primi fra tutti i comitati “No Elettrodotto Aereo” e Legambiente; ma l’accordo tra Terna e Regione rappresenta una vittoria anche per i Comuni che hanno fatto fronte unico contro la soluzione del tracciato aereo: la capofila Saonara con Vigonovo, Fossò, Dolo, Stra, Mira, Campolongo, Camponogara e Noventa Padovana. I comitati però hanno già annunciato di non smobilitare subito, ma di voler collaborare con Terna perché il nuovo progetto prenda forma nella maniera migliore.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento